Tempo di lettura: 6 minuti

matera-lecce-punizioneMATERA – In uno stadio “XXI Settembre-Franco Salerno” quasi vuoto, Matera e Lecce si sono affrontate nei Sedicesimi di Finale di Coppa Italia di Lega Pro con formazioni ampiamente rimaneggiate. Padalino, che tornava da ex nello stadio che lo ha visto alla guida dei biancazzurri nella passata stagione, ha optato per un Lecce più che sperimentale, infarcito di giovani, con i soli Vinetot, Freddi, Contessa, Fiordilino, Vutov e Doumbia titolari. La posta in palio, ossia l’accesso agli Ottavi in cui sfidare il Foggia qualificatosi nel pomeriggio ai danni della Fidelis Andria, ha ingolosito maggiormente i padroni di casa che hanno interpretato in maniera più aggressiva ed attenta il match nella prima frazione di gioco, mentre i giallorossi hanno agito di rimessa, colpendo un palo sullo 0-0 col baby Morra tra i più positivi della serata e disputando poi una buona ripresa. Il bel gol di tacco del capitano materano Iannini a metà del primo tempo ha rotto l’equilibrio. I ragazzi di mister Auteri hanno attaccato a spron battuto alla ricerca del raddoppio, ma è stato il Lecce a trovare il pari con Persano in avvio di secondo tempo, bravo a deviare in rete un preciso assist di Contessa. Partita ricca di occasioni su entrambi i fronti con un altro palo ed una traversa colti dai padroni di casa, che si sono imposti solo allo scadere grazie ad un dubbio rigore concesso dall’arbitro e che Strambelli ha realizzato battendo Chironi.

35” palla-gol per il Matera che impegna Chironi con un colpo di testa debole e centrale di Iannini a pochi passi dalla porta leccese;

2′ i giallorossi rispondono con Maimone che da fuori area tenta la conclusione a rete ma il suo tiro è deviato in corner;

matera-lecce-morra-colpisce-il-palo
Il palo colpito da Morra

3′ sugli sviluppi del calcio d’angolo, Morra colpisce di testa e centra il palo a D’Egidio battuto;

6′ Armellino conclude con un diagonale infido che impegna Chironi in una respinta con i pugni in volo plastico;

9′ un’altra buona occasione per il Lecce su cross dalla destra di Capristo per Vutov che incorna indisturbato ma non inquadra lo specchio della porta biancazzurra;

10′ D’Egidio anticipa Persano in presa bassa dopo un assist di Vutov per il centravanti giallorosso;

12′ clamorosa palla-gol per i padroni di casa con Iannini e Meola che si disturbano a vicenda a pochi metri dalla linea di porta: nessuno dei due impatta la sfera e l’azione sfuma;

16′ Ci priova Contessa da fuopri area ma il suo tiro si spegne oltre la traversa;

17′ ammonito Vinetot per una strattonata a Carretta;

22′ GOL MATERA: capitan Iannini colpisce di tacco su cross di Louzada che era sfuggito al controllo di Freddi ed insacca per il vantaggio dei lucani;

24′ Ancora Iannini spizza la palla di testa e serve Louzada ricambiandogli l’assist, ma l’attaccante sdbaglia lo stop e Chironi lo anticipa;

29′ Su servizio di Carretta la difesa del Lecce anticipa Louzada al momento della conclusione in porta e la palla termina in fallo laterale;

30′ ammonito Doumbia per simulazione;

33′ veloce ripartenza del Matera che con Carretta arriva fino al limite dell’area di rigore ma conclude debole e centrale sprecando una ghiotta occasione per raddoppiare;

37′ conclusione di De Rose a fil di palo sugli sviluppi di una punizione indiretta sulla fascia destra;

40′ Chironi agguanta e sventa la minaccia portata da louzada aklla eret giallorossa;

41′ Matera che attacca a testa bassa ed ancora Louzada va alla conclusione ma il suo destro è deviato in extremis in corner dalla retroguardia leccese;

41′ sugli sviluppi del calcio d’angolo, Armellino va al tiro dal limite e Chironi s’impapera deviando goffamente la sfera sul palo;

43′ bel cross di Capristo per Morra che gira al volo da centro-area ma la sua botta a acolpo sicuro viene sporcata da una deviazione che manda la manda in corner;

46′ Un solo mimnutio dui recupero e squadre al riposo suul punteggio di 1-0.

Secondo tempo

46′ Ci prova subito Vutov in avvio di ripresa con una botta da fuori area che però non inquadra la porta difesa da D’Egidio;

50′ Doumbia conclude dai 25 metri ma velleitariamente e senza centrare il bersaglio;

52′ GOL LECCE: bella discesa di Contessa sull’out sinistro e cross a centro-area dove Persano si avventa sulla sfera e gira d’esterno al volo fulminando D’Egidio per il pareggio giallorosso;

56′ secondo palo del Matera con Casoli, la cui conclusione in diagonale basso supera Chironi ma impatta sul legno;

57′ Bella conclusione dal limite di Doumbià che calcia forte e teso ma D’Egidio vola e devia in calcio d’angolo;

60′ primo cambio nel Matera: entra De Franco per Scognamillo;

63′ punizione indiretta battuta da Contessa che con un rasoterra manda la sfera a lambire il montante, deviata dal portiere dei lucanio;

64′ ammonito Contessa per aver strattonato un avversario che ripartiva in contriopiede;

68′ ottima chance per il Lecce con Vutov che colpisce di testa un preciso cross di Contessa ma non dà la forza necessaria per superare l’esteremo materano;

69′ terzo cambio per il Matera: entra Di Lorenzo ed esce Meola;

69′ primo cambio nel Lecce con Giglio che subentra a Capristo;

74′ azione personale di Vutov sulla destra con palla servita al centro dove la retroguardia del Matera sbroglia non senza difficoltà;

75′ clamorosa traversa colta da Louzada che, a mezzo metro dalla linea di porta, colpisce dal basso verso l’alto un preciso assist dalla sinistra che si stampa sulla trasversale rimbalzando poi in campo;

76′ parata in due tempi di D’Egidio che controlla a fatica una conclusione potente di Doumbia;

78′ secondo cambio nel Lecce con Rosafio che rileva l’ex Morra;

84′ dribbling di Maimone che arriva al tiro ma la palla viene deviata in corner;

89′ RIGORE PER IL MATERA: presunto fallo di Giglio di Louzada al limite e l’arbitro Fiorini assegna il penalty; dal dischetto Strambelli spiazza Chironi per il 2-1;

90′ ultima sostituzione tra le fila del Lecce con Mengoli che rileva Vutov;

91′ Carretta si mangia il terzo gol a tu per rtu con Chironi che gli chiude lo specchio e devia in corner il tiro;

93′ Carretta ci riprova da fuori, ma il portiere giallorosso para in due tempi.

95′ triplice fischio, Matera agli Ottavi dove incontrerà il Foggia allo “Zaccheria” il prossimo 23 novembre

IL TABELLINO: Matera-Lecce 2-1

Matera: D’Egidio, Mattera, Scognamillo (dal 60′ De Franco), Gigli, Armellino, De Rose, Iannini (dal 67′ Strambelli), Meola (69′ Di Lorenzo), Carretta, Louzada, Casoli. A disposizione: Alastra, Sartore, Negro, Dellino, Taccogna, Hisay, Lampugnani. Allenatore: Auteri. 

Lecce: Chironi 5.5, Contessa 6.5, Vutov 5 (90′ Mengoli s.v.), Freddi 6, Capristo 5 (69′ Giglio 5), Vinetot 6, Maimone 6, Fiordilino 5, Doumbia 6, Persano 6, Morra 6 (78′ Rosafio s.v.). A disposizione: Bleve, Perrone, Molfetta, Maiolo, Cavaliere, Lezzi, Pasculli. Allenatore: Padalino 6

Arbitro: Vincenzo Fiorini di Frosinone – Assistenti: Thomas ruggieri e Andrea Micaroni di Pescara

Note: serata fredda, terreno in dicrete condizioni, sugli spalti presenti circa 30 tifosi giallorossi;

Sostituzioni: 60′ De Franco (M), 67′ Strambelli (M), 69′ Di Lorenzo (M), Giglio (L), 78′ Rosafio (L), 90′ Mengoli (L)

Reti: 22′ Iannini (M), 52′ Persano (L), Strambelli su rigore (M)

Ammoniti: 17′ Vinetot (L), 30′ Doumbia (L), 63′ Contessa

Angoli: 7-5

Recuperi: 1° tempo: 1′ – 2° tempo: 5′

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.