Tempo di lettura: 1 minuto

ponte-immacolata-600x3751Saranno oltre 5,4 milioni di italiani in viaggio per il Ponte dell’Immacolata, secondo un’indagine previsionale di Federalberghi, con una spesa media procapite di 262 euro che genererà un giro d’affari lordo di 1,4 mld di euro. Nelle scelte vince la montagna (38,9%) seguita dai luoghi d’arte (26,4%) e poi dal mare (14,5%). Dati, che fanno sperare in una inversione del trend, dice il presidente Bocca: “Pur nelle difficoltà -sottolinea- il 9% degli italiani partirà”.

La spesa media pro-capite (comprensiva di trasporto, alloggio, cibo e divertimenti), si attesterà sui 262 euro, importo che genererà un giro d’affari lordo di 1,4 miliardi di euro. Per chi rimarrà in Italia la spesa media si attesterà sui 231 euro, mentre chi preferirà mete d’oltre confine la spesa media salirà a 617 euro. Infine, la durata media del soggiorno durante questo”ponte” dell’8 dicembre sarà di 2,6 notti trascorse fuori casa.

Emerge “una voglia rinnovata di staccare la spina dal tran tran quotidiano, stando comunque molto attenti al portafoglio”, osserva Bocca. “Inoltre -conclude Bocca- le nevicate previste nelle prossime ore sia sull’arco alpino sia sulla dorsale appenninica potrebbero contribuire a spingere qualche altro connazionale a scegliere di trascorrere anche un solo pernottamento in una delle innumerevoli località sciistiche del Bel Paese”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.