Tempo di lettura: 2 minuti

CasertanaLECCE – Continua a far discutere il reclamo presentato dalla Casertana per la non omologazione del pareggio contro il Lecce di sabato scorso. Pomo della discordia è la posizione del magazziniere del Lecce Giovanni Fasano, chiamato a sostituire l’infortunato guardalinee Meozzi pur non essendo un tesserato del club, come richiesto dal regolamento secondo la versione dei fatti campana. Il club rossoblù è in silenzio stampa da martedì, ma sui principali forum e social network si susseguono commenti dell’uno e dell’altro tono. Eccone alcuni dei tifosi della Casertana.  

Oggi basta un nonnulla per avere punti di penalizzazione, sconfitte a tavolino.” – scrive un utente – “Perchè la Casertana deve essere tacciata di mancanza di etica allora? Mi chiedo come si sarebbe comportato il Lecce al contrario”. Dello stesso parere chi parla di “leggerezza da parte del Lecce ed astuzia da parte nostra. Tanto che inizialmente era andato il segretario Nappo a prendere la bandierina, poi, prima che riprendesse il gioco, c’è stato il cambio con Di Gaetano. La norma è chiara e di facile interpretazione”. Si solleva anche la possibilità di ripetere la partita, ma “l’errore tecnico dell’arbitro o deve essere ammesso o va richiesto. Non credo che ci siano state queste condizioni, avrebbe potuto richiederlo il Lecce entro lunedì ma non l’ha fatto”.

Non vogliamo vincere un campionato a tavolino“– si legge in un altro commento – “ma se ci sono regolamenti vanno rispettati. Per situazioni simili la Casertana nella sua storia ne ha prese tante di sconfitte immeritate…” Non manca, infine, chi invita a voltar pagina e pensare alla prossima partita: “Non leggo nessuno preoccupato dello stato di salute psicologico e fisico attuale della squadra.  Il vero problema non sono i tre punti col Lecce. Pensiamo a vincere con il Matera”. O ancora: “Nel calcio le polemiche si creano anche per farsi pubblicità. Da tifosissimo rossoblù e da sportivo mi basta il verdetto del campo. Tanto tutto finirà con un nulla di fatto”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.