Tempo di lettura: 2 minuti

tifosi domenicaGALLIPOLI Il “Bianco” rimane chiuso. Dopo la sconfitta di domenica con la Gelbison, non c’è la solita ripresa per il gruppo di mister Volturo. La squadra è congelata e, con la trasferta di Cava in teoria da preparare per domenica, il campo sembra essere l’ultimo dei problemi in casa Gallipoli. Il disimpegno societario della famiglia Barone è ormai chiaro, pertanto, le sorti della squadra sono affidate all’Amministrazione Comunale, al lavoro in questi giorni per trovare eventuali accordi con acquirenti interessati a rilevare le sorti della società. Il calcio a Gallipoli non merita queste sorti, soprattutto dopo il maestoso avvio di campionato di una squadra attrezzata per la salvezza.

Barone inflessibile- L’(ex) presidente Marcello Barone, sulle colonne de La Gazzetta del Mezzogiorno, ha voluto esprimere il proprio ringraziamento per questi anni di gestione del Gallo: “Voglio ringraziare tutti gli sportivi che sono stati vicino alla squadra in questi tre anni. Anche domenica scorsa, esponendo degli striscioni affinché io rimanessi, hanno fatto sentire il loro attaccamento alla squadra, anche incitando i calciatori fino all’ultimo minuto. Ci tengo a precisare che la mia non è una fuga, anche a me sarebbe piaciuto andare avanti in questa bellissima avventura che ci ha portato dalla Promozione alla Serie D in tre anni. La mia decisione, purtroppo, è frutto di situazioni volute da altre persone e non certamente da me. Si arriva a un punto in cui diventa impossibile continuare, e io ci sono arrivato. Se si devono ricercare delle responsabilità per una fine così ingloriosa, si devono ricercare fuori e lontano dalla famiglia Barone, che in questi anni ha messo tanto impegno di energie personali ed economiche per portare avanti le sorti del Gallipoli.

La curva ad oltranza- Altrettanto irremovibile è il parere del tifo organizzato. La Curva Sud, stanca dell’incertezza societaria, prende le distanze dalla gestione Barone e, addita proprio la gestione societaria come responsabile della diminuzione delle presenze allo stadio. La protesta, come si legge nel seguente comunicato, continuerà fino alla fine della gestione.

 

comunicato curva sud

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.