When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

Matera: quanti dubbi, Auteri recupera un ex

maimone-in-azioneDopo un avvio stentato, il Matera è lanciato da una serie positiva di quattro vittorie consecutive. Ai 5 punti nelle prime 5 giornate sono seguiti infatti i successi contro Paganese (2-1), Siracusa (1-2), Fondi (1-0) e Catanzaro (0-2).

Il poker di vittorie ha rialzato le ambizioni dei lucani, ora quarti a 17 punti, soltanto 3 in meno del Lecce temporaneo capolista in attesa del turno di riposo con contestuale impegno della seconda classificata Catania.

I numerosi infortuni e squalifiche hanno ridotto all’osso la rosa a disposizione di mister Gaetano Auteri, che avrà a disposizione scelte obbligate anche contro il Lecce. Saranno sicuri assenti i tre attaccanti Dugandzic, Corado e Dammaco. Sono in forse, invece, l’esterno offensivo Sartori e il difensore Di Sabatino.

La novità principale rispetto alla vittoria del turno scorso in quel di Catanzaro è la squalifica di Scognamillo, perno del terzetto difensivo. Per la sostituzione è pronto Stendardo, favorito sul lancio di Buschiazzo e sull’arretramento di Sernicola, più efficiente sulla corsia sinistra di centrocampo.

gaetano auteri in conferenza stampaA centrocampo ci sarà Angelo, indimenticato ex a Lecce. Con lui, oltre appunto a Sernicola, dovrebbero agire Urso e De Falco in una zona del campo che era il regno di Armellino, ora nelle file giallorosse. In settimana Auteri ha recuperato anche un altro ex dell’incontro, Giuseppe Maimone, propenso a tornare nella lista dei convocati.

Probabili rotazioni potrebbero caratterizzare anche l’assetto offensivo. Giuseppe Giovinco, fratello dell’ex juventino Sebastian, non ha brillato nelle ultime uscite. Battista potrebbe prendere il suo posto. La composizione dell’attacco si ridisegnerebbe quindi con Strambelli “falso 9” e Casoli a completamento.

 

0
0

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*