CONDIVIDI
Kutuzov contrastato da Nenad Tomovic
Kutuzov contrastato da Nenad Tomovic

LECCE – “Masiello? Quando lo vedo, spengo la televisione. Mi dispiace per lui perché è un buon calciatore, ma prima di essere giocatori, bisogna saper essere uomini“. Dichiarazione forte, che non lascia certo spazio ad interpretazioni. L’attacco frontale è portato da Vitali Kutuzov nei confronti dell’ex compagno di squadra Andrea Masiello in un’intervista rilasciata ai colleghi di tuttocalciopuglia.com in qualità di doppio ex nella sfida Bari-Avellino che si giocherà domenica al “San Nicola“.

Andrea-Masiello-autogolImpossibile non accostare tali affermazioni allo scandalo del calcio-scommesse, alla famosa e mai dimostrata combine nel famigerato derby Bari-Lecce (0-2) del 15 maggio 2011 poi costato la retrocessione d’ufficio dei giallorossi in Lega Pro e l’arresto, oltre che una lunga squalifica (26 mesi e 30mila euro di multa), al difensore oggi in forza all’Atalanta.

Quella fu l’ultima stagione da calciatore per l’attaccante bielorusso, portato in Italia dal Milan e che ha indossato, tra le altre, anche le maglie di Parma, Sampdoria e Pisa. Un ricordo amaro, visto l’enorme scandalo che travolse il club pugliese, finito ultimo in classifica e retrocesso in Serie B.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.