Tempo di lettura: 5 minuti

LECCE – Nessuna gioia per il Lecce in questa SuperCoppa di Serie C. I giallorossi salutano la categoria e il pubblico amico del “Via del Mare” con una sconfitta per mano del Padova, che s’impone grazie al gol di Cappelletti (con vistosa complicità di Perucchini) e conquista il trofeo. I giallorossi hanno fatto poco per provare a centrare la rotonda vittoria che avrebbe portato alla conquista della competizione (almeno 4 gol di scarto). Unica nota lieta la festa finale con Enzo Petrachi ed i Sud Sound System che ha premiato la squadra e la società giallorossa per gli sforzi compiuti durante l’annata ed i fedelissimi tifosi che non hanno voluto mancare all’ultimo appuntamento stagionale di Lepore e compagni.

Primo tempo

1’ Il Lecce, alla ricerca dell’impresa per conquistare la Supercoppa, si affida al duo offensivo Saraniti-Di Piazza e concede un posto dal 1’ a Valeri. Conferme per gli stakanovisti del centrocampo Armellino, Arrigoni e Mancosu, nonostante il singolare cambio di modulo al 3-5-2 proposto da Coppola. Il Padova, deciso a conquistare il trofeo, si schiera con il 3-4-1-2: Pulzetti agisce da trequartista dietro alle punte Capello (capocannoniere di squadra) ed il classe 1997 Marcandella.

1’ Padova già pericoloso dopo trenta secondi. Contessa apre un varco sulla corsia sinistra superando Ciancio, palla al centro per Capello, che lavora da pivot e serve un assist a Pulzetti, tiro parato a mani aperte da Perucchini.

8’ Risposta del Lecce: Mancosu imbuca al centro per Di Piazza, che scatta dietro Trevisan e arriva al tiro di piatto sinistro ma troppo largo e destinato a finire sull’esterno della rete.

12’ Marcandella si allarga sulla destra e crossa sul primo palo per l’inserimento di Capello, colpo di testa che termina alto.

15’ GOL PADOVA. Biancoscudati in vantaggio: Cappelletti esplode un sinistro da circa 25 metri, all’apparenza leggibile per Perucchini, che però “buca” la parata respingendo malamente e apre la via allo 0-1.

22’ Lecce sprecone. Armellino arriva in zona cross, Mancosu raccoglie sul secondo palo e trova Di Piazza solo al centro. L’ex Foggia, spalle alla porta e contrastato soltanto dall’uscita di Bindi, ritarda l’avvitamento su se stesso e conclude alle stelle.

26’ Il Padova sfiora il raddoppio. Contropiede veloce condotto da Marcandella, che arriva al limite dell’area e allarga per Contessa, impreciso sull’uscita di Perucchini. Il terzino fallisce il gol dell’ex.

28’ Arrigoni prova a scuotere il Lecce con un tiro da fuori, strozzato e a lato.

37’ Valeri conquista di forza una palla al limite dell’area, rimpallo che premia Di Piazza stop con il destro e diagonale incrociato con il sinistro, fuori di poco.

42’ Lancio da metà campo di Cosenza all’indirizzo dei sedici metri avversari, Saraniti segue la traiettoria e svetta su Ravanelli, inzuccata che prende una traiettoria arcuata e termina alta.

Secondo tempo

1’ Il Lecce cambia volto per la ripresa. Escono Di Piazza, Marino e Ciancio entrano Persano, Costa Ferreira e Tsonev. Lo schieramento passa al 4-3-1-2, Mancosu si posiziona da fluidificante destro, Persano affianca Saraniti e Costa Ferreira, in fase di possesso, si posiziona dietro le punte.

12’ Timida occasione per il Lecce. Valeri, dal fondo, confeziona un cross potente, Bindi blocca con qualche difficoltà annullando anche il tentativo di tap-in di Persano.

15’ Bisoli opera due cambi. Marcandella, Pulzetti e Contessa lasciano il posto a Cisco, Bellemo e Zambataro.

18’ Interessante scatto di Cisco sul versante di centro-destra chiuso da un diagonale fuori misura.

18’ Tiro dal limite di Armellino, diagonale ampiamente a lato.

19’ Altra iniziativa di Cisco che entra in area dalla destra, servizio centrale ovviato in qualche modo da Cosenza che con la punta nega il pallone del 2-0 a Capello rischiando anche l’autogol

23’ Da una punizione di Mancosu rimpallata sul corpo di un difensore la sfera perviene a Persano che parte dal centro, accelera e supera due avversari con due dribbling entusiasmanti Bindi si posiziona con tempismo e salva i suoi rispondendo bene al destro dell’attaccante leccese.

24’ Padova pericoloso. Azione prolungata al limite dell’area del Lecce conclusa da un tiro secco di Bellemo, Perucchini si oppone a mano aperta.

30’ Un cambio per parte. Coppola, che sostituisce Liverani squalificato, inserisce Tabanelli per Saraniti. Bisoli cambia il portiere: Merelli dentro per Bindi.

33’ Corner di Salviato, Ravanelli svetta ma non colpisce con la forza giusta per preoccupare Perucchini, che para agevolmente.

37’ Tsonev tenta la fortuna da calcio piazzato, fuori misura.

40’ Ultima sostituzione in casa Padova. Esce Serena, entra Piovaniello.

42’ Mancosu cerca di dare pepe ad un finale di partita apatico con una sassata da lontano che si perde sopra la traversa.

43’ Applausi del “Via del Mare” per Manncosu, che lascia il campo a capitan Lepore.

45’ Ingresso ben celebrato da Lepore. Il 10 giallorosso salva la sua porta su un tiro di Zambataro, arrivato a conclusione di una precisa ripartenza del Padova.

Il tabellino

Lecce-Padova 0-1

Lecce (3-5-2): Perucchini; Cosenza, Marino (1’st Costa Ferreira), Legittimo; Ciancio (1’st Tsonev), Armellino, Arrigoni, Mancosu (43’st Lepore), Valeri; Di Piazza (1’st Persano), Saraniti (30’st Tabanelli). A disposizione: Chironi, Vicino, Di Matteo, Pacilli, Lezzi, Gambardella. Allenatore Manuel Coppola (Liverani squalificato)

Padova (3-5-2): Bindi (30’st Merelli); Cappelletti, Trevisan, Ravanelli; Salviato, Belinghieri, Serena (39’st Piovanello), Contessa (15’st Zambataro); Pulzetti (15’st Bellemo); Capello, Marcandella (15’st Cisco). A disposizione: Pinzi, Fabris, Russo, Zivkov. Allenatore Pierpaolo Bisoli

Marcatori 15’pt Cappelletti (P)

Arbitro Luca Zufferli di Udine – Assistenti Daniele Colizzi di Albano Laziale e Veronica Vettorel di Latina

Note pomeriggio caldo e soleggiato, temperatura 27°C, terreno di gioco in ottime condizioni.

Spettatori totale 4213 (100 tifosi padovani nel settore ospiti), incasso totale 31140,00 euro

Recuperi 1’ pt; 2’ st

Commenti