Tempo di lettura: 2 minuti

maglia Bari sponsor PugliaBARI – Il brand “Puglia” finisce sulle maglie dell’F.C. Bari. La casacca del club attualmente retto dall’ex arbitro Gianluca Paparesta fa bella mostra di sè all’interno degli stand della Fiera del Levante. Un’operazione promozionale, a costo zero per l’ente guidato dal governatore Michele Emiliano, che è stata presentata ufficialmente nella giornata di ieri.

Una vicenda che ha fatto storcere a più di qualcuno il naso, soprattutto ed ovviamente a quanti non hanno certo a cuore le sorti del club del capoluogo regionale. Ma la promozione del nostro territorio, stando almeno a quanto dichiarato dalle parti interessate, passa anche attraverso simili messaggi. La scelta di abbinare il nome della Regione Puglia a quello della società biancorossa è stata definita quasi “obbligata”, visto che il Bari milita nella serie di categoria più alta rispetto alle altre “cugine” Lecce, Foggia e Taranto a cui tuttavia non si chiude la porta in faccia. Almeno nelle dichiarazioni…

So quanto sia difficile mantenere in piedi società calcistiche a Bari, come a Foggia, Andria e a Lecce, – ha affermato Emiliano – ma sono molto orgoglioso di questi giovani presidenti che provano a ingaggiare sfide importanti. Certo, la sfida del Bari che è nella serie più elevata rispetto alle altre squadre è più rilevante e quando abbiamo saputo che la maglia del Bari era libera, d’intesa con il direttore di Pugliapromozione, Matteo Minchillo in poche ore abbiamo deciso di accettare il dono – perché di un vero e proprio dono si tratta – del Fc. Ma non lasceremo soli anche gli altri presidenti delle squadre delle serie maggiori, se volessero approfittare del brand Puglia: il Bari è solo la capofila e noi pugliesi abbiamo un forte senso appartenenza che merita di essere rappresentato. Ma il calcio deve anche mettere in funzione un sistema territoriale virtuoso e iniziative come questa aiutano a sviluppare un sistema utile a tutti gli attori. Non è tuttavia una operazione politica, ma di promozione del territorio”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.