Tempo di lettura: 2 minuti

Abruzzese, leccezionale.itSQUINZANO (di Carmen Tommasi) – Piedi per terra, massima concentrazione e pedalare con l'”ordine” di vincere tutte le prossime tre gare di fila. Questo il diktat di capitan Giuseppe Abruzzese, dopo la sconfitta di 2-0 arrivata negli ultimi minuti del derby con i cugini foggiani venerdì sera: “Sinceramente trovo la sconfitta di Foggia immeritata e per quello che abbiamo fatto in campo penso che sia proprio così. Abbiamo disputato un’ottima gara e a mio parere il primo tempo si sarebbe dovuto chiudere almeno con un gol di vantaggio a nostro favore, perché non abbiamo mai sofferto i nostri avversari, ma poi al 90′ c’è stata quella punizione calciata molto bene e sono cambiati gli equilibri del match. Di questa sconfitta -spiega il difensore giallorosso, classe ’81- si può dire poco. Nella prima frazione abbiamo avuto ben tre occasioni importanti e nel secondo tempo c’è stata quella di Papini. La squadra ha fatto la sua partita e poi sappiamo tutti com’è andata a finire”.

POCO CINICI – L’esperto ex Crotone analizza con molta lucidità e con spirito critico il match dello stadio “Pino Zaccheria”: “Vittoria meritata quella del Foggia? Più di demeriti nostri bisogna parlare di meriti sulla punizione di Sarno. La squadra è stata continua dall’inizio alla fine della partita. In occasione della punizione abbiamo fatto notare all’arbitro che c’era troppa distanza tra la palla e la barriera, ma lui ha detto che era giusto così, solo questo. Però, è vero  come ho detto prima che delle quattro occasioni da gol avute, almeno una potevamo concretizzarla e poi chissà ora di che partita staremmo a parlare in questo momento”.

AVANTI TUTTA – Al momento, bisogna pensare a “partita dopo partita” senza guardare la classifica e cercare di vincere le prossime tre gare, sperando magari in un passo falso delle formazioni campane: “Quest’anno rispetto allo scorso campionato ci sono due gare in più e prima di tirare delle somme bisogna aspettare la fine del girone d’andata. In questo torneo, ci sono almeno sei-sette squadre che possono fare risultato contro ogni avversario. Non bisogna guardare ora la classifica, quella bisognerà vederla a marzo. Ora bisogna pedalare e fare più punti possibili, senza pensare ad altro“.

Qui di seguito il video con le dichiarazioni del centrale giallorosso di Andria nella conferenza stampa tenuta oggi al “Comunale di Squinzano”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.