Tempo di lettura: 2 minuti

stand Comune Galatina a EXPO ITMGALATINA – Il Comune di Galatina non partecipa ad EXPO ITM (la due giorni dedicata alla Borsa del Turismo per il Sud Italia) per protesta contro la presenza di TAP, il Trans Adriatic Pipeline, gasdotto Trans-Adriatico, alla vigilia del viaggio del premier Matteo Renzi che andrà a Baku, in Azerbaijan, domani per dare il via libera alla realizzazione dell’opera avversata dalle associazioni ambientaliste salentine, dal Comitato NO TAP e dal Movimento 5 Stelle che, sempre per la giornata di domani, ha organizzato una marcia di protesta a San Foca cui parteciperà anche Beppe Grillo, sito scelto per l’approdo del gasdotto.

Nonostante alla Borsa del Turismo per il Sud Italia di Galatina fosse già pronto uno stand del Comune salentino, il sindaco Cosimo Montagna, il vicesindaco e delegata alle partecipate, Roberta Forte e l’assessore al Turismo, Alberto Russi hanno diramato un comunicato stampa in cui si legge: “Il Comune di Galatina prende le distanze dalla manifestazione turistica che il 18 e il 19 occuperà il Quartiere Fieristico di Galatina e decide di ritirare la partecipazione con un proprio stand, a causa della presenza tra gli standisti dell’azienda Tap, che intende realizzare il gasdotto a San Foca, la quale nella giornata di sabato chiuderà la manifestazione illustrando senza contraddittorio un illuminante studio sulla compatibilità tra gasdotto e turismo. L’amministrazione di Galatina, come moltissime altre nel Salento, hanno più volte espresso la loro contrarietà all’opera perché insostenibile con la vocazione turistica del nostro territorio, che al contrario abbisogna di una decisa tutela delle sue coste e del suo mare, per continuare a preservare la sua incommensurabile bellezza. È inaccettabile il subdolo tentativo di TAP di infiltrarsi nel nostro tessuto economico, sponsorizzando eventi e manifestazioni, addirittura spacciandosi come valido sostegno del settore turistico, che sarebbe il primo ad essere compromesso dal suo insediamento, millantando a proprio favore strabilianti studi da lei stessa commissionati, senza alcuna neutralità. Sarebbe come se il lupo volesse spiegarci l’utilità socio-economica per Cappuccetto Rosso di essere dal lui divorato… Chiediamo a tutte le amministrazioni salentine di far rete comune contro la realizzazione di quest’opera, che pregiudicherebbe irrimediabilmente il nostro territorio e di non partecipare ad un evento fieristico che fintamente si pone l’obiettivo di promuovere il turismo, ma nei fatti è complice di situazioni e soggetti antitetici al suo sviluppo, meno che mai sostenibile”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.