Tempo di lettura: 2 minuti

corbezzoloLECCE – Ieri mattina, all’interno della scuola primaria “Livio Tempesta” di Lecce si è celebrata la “Festa della Primavera”. Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il sindaco Paolo Perrone, la dirigente scolastica Daniela Seclì, i bambini alunni di sei classi di prima elementare, accompagnati dai rispettivi docenti e Carmen Murrone, vice coordinatrice provinciale di “Fare Ambiente“, il movimento ecologista europeo, che ha voluto donare un albero di corbezzolo. L’arbusto è stato piantato nel giardino dell’istituto scolastico leccese grazie alla collaborazione delle guardie eco-zoofile del capoluogo salentino.

La scelta è caduta sull’albero del corbezzolo in quanto si tratta di una pianta sempreverde della macchia mediterranea e che durante il periodo del Risorgimento venne elogiata per i suoi colori che in autunno rimandavano alla bandiera italiana (verde=foglie, bianca=fiori, rossa=frutti). Si tratta, dunque, dell’albero che degnamente simboleggia l’Unità d’Italia ed a cui il grande poeta Giovanni Pascoli ha perfino dedicato un’ode. Peraltro, il corbezzolo è una delle specie mediterranea che meglio si adatta agli incendi ed è usata quindi ai fini del rimboschimento.

festa primavera L. TempestaObiettivo della manifestazione – che è stata fortemente voluta dal presidente nazionale di Fare Ambiente, Vincenzo Pepe – è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della salvaguardia del patrimonio arboreo e boschivo. Un messaggio indirizzato soprattutto ai bambini: “Sono loro – ha sottolineato il sindaco Paolo Perrone le prime sentinelle del territorio che dovranno aiutare i propri genitori a far rispettare la natura”.

“Questa iniziativa – ha poi spiegato Carmen Murrone, vice coordinatrice provinciale di Fare Ambiente – vuol richiamare l’attenzione sull’importanza per l’uomo e per l’ambiente dei boschi e delle foreste, sul loro fondamentale ruolo di polmone verde della terra. La nostra associazione opera in forma democratica per l’adozione di misure idonee alla tutela dell’ambiente e contestualmente alla valorizzazione dello stesso, mediante lo sviluppo ordinato delle potenzialità territoriali, nonché delle risorse umane, individuali e collettive, finalizzate al progresso integrale e morale, civile, socio-economico della persona in un contesto di armonia di rapporti tra la stessa e la natura. Ringrazio il sindaco Perrone per la grande sensibilità dimostrata”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.