CONDIVIDI

LECCE (di Gabriele De Pandis) – L’attesissimo scontro al vertice tra Lecce e Catania termina con un 1-1 che tutto sommato va bene ai giallorossi, che conservano il +4 sui rossazzurri ed evitano la parziale rimonta dei siciliani. Gli ospiti passano in vantaggio nel primo tempo su rigore concesso dall’arbitro per l’atterramento di Mazzarani ad opera di Di Matteo e siglato da Lodi, poi nella ripresa sfiorano il raddoppio con l’ex Curiale ma incassano il gol del pareggio di Matteo Di Piazza, che capitalizza al meglio una ripartenza fulminea. Nel finale il Lecce ha prodotto qualche timido tentativo, ma nulla adatto a schiodare il segno “X”.

Primo tempo

1’ Liverani non lascia nulla all’intentato e conferma in blocco la formazione-tipo. Davanti, con Caturano, c’è Torromino. Di Piazza parte dalla panchina. A disposizione anche il neoacquisto Legittimo. Cristiano Lucarelli, squalificato, non si discosta dal tradizionale 4-3-3 a trazione offensiva. L’ex Curiale guida l’attacco, ai suoi lati ci sono Di Grazia e Caccavallo.

7’ Schema da calcio d’angolo che porta al tiro Riccardi, tentativo dalla trequarti che termina ampiamente a lato.

13’ Slalom di Di Grazia concluso da un sinistro velenoso che, deviato dalla gamba di un difensore, spaventa Perucchini.

18’ Ripartenza fatale del Catania. Da una punizione offensiva respinta dalla retroguardia parte la progressione di Di Grazia che aggira Lepore, l’unico marcatore, per poi scagliare una saetta sul primo palo. Perucchini non trattiene e sulla respinta Mazzarani è atterrato da Di Matteo. Per l’arbitro è calcio di rigore.

19’ GOL CATANIA. Dal dischetto Lodi non fallisce, pallone centrale che inganna Perucchini.

29’ Punizione di Mazzarani deviata in angolo dalla barriera. Sul conseguente corner Bogdan anticipa un incerto Perucchini nell’area piccola ma alza di testa oltre la traversa.

41’ Il Lecce esce dal torpore: cross di Torromino per Caturano, avvitamento di testa da centro-area che non crea apprensioni particolari a Pisseri.

Secondo tempo

2′ Il Lecce reclama un calcio di rigore per atterramento in piena area di Caturano da parte di Marchese, ma il direttore di gara lascia proseguire.

9’ Caccavallo ha sempre spazio sulla destra, converge al centro ma strozza troppo il tiro, sul fondo.

13’ Doppia sostituzione per il Lecce. Di Piazza e Tsonev entrano al posto degli spenti Torromino e Costa Ferreira.

15’ Angolo di Tsonev a uscire per Riccardi, colpo di testa che s’impenna e finisce alto.

17’ Cosenza svetta bene su un corner battuto corto, Pisseri blocca con sicurezza.

19′ L’arbitro Maggioni nonn vede una testata di Davis Curiale ai danni di Ciccio Cosenza e ammonisce entrambi per reciproche scorrettezze.

21’ Il Catania sfiora il raddoppio. Caccetta vince l’ennesimo contrasto a centrocampo e apre la via a Curiale, che entra in area e sfiora il secondo palo con un diagonale di destro che finisce a fil di palo a Perucchini battuto. Lecce in bambola.

22’ GOL LECCE. I giallorossi riequilibrano la partita con rabbia. Di Piazza, servito da Mancosu, s’incunea nell’area del Catania, seminando Bogdan e, di fronte a Pisseri, non sbaglia incrociando sul secondo palo.

25’ Azione corale del Lecce che libera al tiro Tsonev, mira sbagliata e palla fuori bersaglio.

26’ Botta da fuori del neo-entrato Russotto, sul fondo.

31’ Altro cambio in attacco per il Lecce. Dubickas entra al posto di Caturano.

36’ Il Catania si riassetta con il 3-5-2. Curiale, fischiatissimo, lascia il posto a Ripa e Semenzato, più difensivo, sostituisce Di Grazia.

39’ Di Piazza riceve il cross di Lepore e trova spazio e tempo per la conclusione, imprecisa.

49′ Quarta sostituzione per i giallorossi. Liverani manda in campo Marino per Arrigoni sull’ultimo corner dell’incontro battuto dagli ospiti ma che non sortyuisce effetti e l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.

Il tabellino

Lecce-Catania 1-1

Lecce (4-3-1-2): Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni (45’+4’st Marino), Mancosu; Costa Ferreira (13’st Tsonev); Caturano (31’st Dubickas), Torromino (13’st Di Piazza). A disposizione: Chironi, Vicino, Valeri, Megelaitis, Ciancio, Gambardella, Persano, Legittimo. Allenatore Fabio Liverani

Catania (4-3-3): Pisseri; Aya, Bogdan, Tedeschi, Marchese; Caccetta,Lodi, Mazzarani (24’st Rizzo); Di Grazia (36’st Semenzato), Curiale (36’st Ripa), Caccavallo (24’st Russotto). A disposizione: Martinez, Blondett, Bucolo, Fornito, Manneh, Esposito, Lovric. Allenatore Richard Vanigli (Cristiano Lucarelli squalificato)

Marcatori 19’pt rig. Lodi (C), 22’st Di Piazza (L)

Ammoniti 16’pt Aya (C), 16’st Pisseri (C), 19’st Curiale (C), 19’st Cosenza (L), 22’st Di Piazza (L)

Arbitro Lorenzo Maggioni di Lecco

Assistenti Marco Cecchi di Pistoia e Antonio Vono di Soverato

Note: pomeriggio piovigginoso, temperatura 14 °C. Spettatori 16.838 (6.942 abbonati, 9.896 paganti), incasso totale 15.7205,67 euro (31.189,67 quota abbonati, 12.6016,00 incasso paganti) Recuperi 1’pt, 4’st.

Statistiche: tiri in porta 3-1, tiri fuori/respinti 12-4, palle in area 37-18, cross 18-9, offside 1-0, corner 11-4, falli subiti 7-8.