CONDIVIDI

LECCE – Questa sera, alle ore 18:30, ritorna la magia del cinema con LùMière Calicidicinema, una delle rassegne più esclusive del Salento nata dalla passione di Antonio Manzo, grande conoscitore del mondo della celluloide e da anni ideatore di eventi cinematografici di successo. L’iniziativa riparte dopo il successo delle scorse edizioni e sarà sempre il MustMuseo Storico di Lecce, un luogo ricco di storia e prestigio, ad accogliere il primo degli appuntamenti in programma per la nuova stagione 2018.

A dare il via al cartellone dedicato a grandi successi del cinema internazionale abbinati per l’occasione ai vini pregiati prodotti in Puglia, “Totò a Lecce… Totò a colori”, un importante tributo alla memoria di uno dei più amati artisti del novecento, ossia il Principe Antonio de Curtis, in arte Totò. Uno dei primi eventi organizzati in occasione del centoventesimo anniversario della sua nascita e che intende celebrare l’artista, ricordando il suo passaggio in Puglia con la sua compagnia teatrale, nel periodo che segnò la sua ripresa con la rivista in tutta Italia. Si parlerà, infatti, anche del suo soggiorno a Lecce avvenuto nel 1950, raccontato attraverso le testimonianze di Alberto Buttazzo, titolare della storica Tipografia del Commercio di Lecce, di Vincenzo Cappello del Teatro Apollo, che all’epoca ospitò lo spettacolo del comico napoletano, e di Antonietta Fulvio, giornalista campana grande conoscitrice della storia di Antonio de Curtis. Ospite d’onore della serata sarà Elena Alessandra Anticoli de Curtis, nipote di Totò e figlia di Liliana, con la quale si discuterà della grande figura dell’indimenticabile nonno, vista non solo come artista, ma anche come uomo. A intervenire anche Martino Pezzolla e mons. Lucio Renna, vescovo carmelitano.

Completerà l’evento la proiezione del film “Totò a colori”, pellicola del 1952, girata da Steno e con al centro della trama le disavventure di Antonio Scannagatti, caratteristico musicista che cerca di diventare famoso, convinto di essere un genio della musica. Il film, che annovera tra i protagonisti anche Franca Valeri, è il primo lungometraggio importante a colori del cinema italiano e rappresenta un’antologia dei più noti sketch di rivista del grande comico napoletano.

Ad allietare la serata i vini ricercati “Palamà” di Cutrofiano, mentre nel corso dell’evento sarà presentata l’intera programmazione “LùMière Calicidicinema”, che ritorna a essere itinerante con appuntamenti previsti anche in alcuni dei borghi più caratteristici del Salento come Sternatia e Cannole.

Commenti