CONDIVIDI

Alina NitaPer ben due serate consecutive protagonista sui ring allestiti nel Salento Alina Nita ha ammaliato tutti. Prima il pubblico di Taviano, sabato 14 giugno, nelle vesti di ragazza segna round, per poi salire la sera successiva, sul quadrato allestito a Surbo, questa volta in qualità di pugile debuttante. Da qualche anno in Italia, la 33enne originaria della Romania, lavora attualmente in un bar di Lecce e continua a coltivare la passione per gli sport da combattimento.

Dopo aver praticato in Romania la disciplina Ju Jitsu, Alina nel Salento ha voluto cimentarsi nella Muai Thai e nella kickboxing, disputando complessivamente,  nelle due discipline, tre match (due vittorie e un pareggio). Alina si allena all’interno della Helios Boxe di Lecce, diretta da Alessandro Centonze e Andrea Presicce.

«Sì, è stato un weekend singolare quello vissuto tra Taviano e Surbo –spiega Nita- Nella serata di sabato 14 giugno ho accolto la richiesta di alcuni amici, per salire sul ring nelle vesti di ragazza segna round; qualche mese addietro, ho iniziato per gioco questo ruolo, che mi diverte particolarmente. A Surbo, domenica 15 giugno invece, finalmente si è concretizzato il sogno di debuttare per la Federazione Pugilistica Italiana, al peso di 63 kg. Devo ammettere, di aver vissuto la vigilia del match, con particolare emozione e curiosità, considerato che per la prima volta avrei dovuto usare solo i pugni. Al termine del confronto, ho ottenuto la vittoria ai punti, al cospetto di una ragazza proveniente dalla provincia di Bari. Adesso continuerò ad allenarmi sperando di poter nuovamente salire sul ring, per combattere ma anche per tornare a brandire i cartelli dei round».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here