Tempo di lettura: 1 minuto
Tifosi del Pescara a Lecce lo scorso 31 marzo

PESCARA – Un tifoso del Lecce è stato accoltellato ieri notte a Pescara dopo unalite tra sostenitori del club biancazzurro e altri di fede giallorossa. Ad avere la peggio è stato un 31enne che è finito in ospedale con una ferita da arma da taglio al torace con una prognosi di 25 giorni.

Secondo la ricostruzione dei fatti, cinque o sei tifosi pescaresi hanno incontrato due ragazzi leccesi che, in compagnia di un giovane del luogo, cantavano cori da stadio. Ne è nata una lite in cui uno degli aggressori ha tirato fuori un coltello da cucina ed ha colpito il 31enne. L’altro salentino che era in sua compagnia si è quindi rifugiato in un vicino bar e ha dato l’allarme. Sull’episodio sono in corso indagini da parte della Digos per individuare il responsabile.

I fatti si sono svolti nel pieno centro del capoluogo abruzzese e fanno seguito agli episodi teppistici avvenuti la sera dello scorso 31 marzo, quando un pullman di tifosi pescaresi diretti al “Via del mare” per assistere alla sfida di campionato tra le due formazioni era stato fatto oggetto di una fitta sassaiola a cui era seguita una rissa lungo la Superstrada Lecce-Brindisi.

Commenti