Tempo di lettura: 1 minuto

TRAPANI – Sbarcato in Sicilia come pedina di scambio per l’acquisizione di Matteo Legittimo, l’ex difensore giallorosso Mirko Drudi ha tracciato il bilancio in casa del Trapani in un’intervista resa alla Gazzetta dello Sport.

Il centrale, archiviato il turno di riposo scontato in questa domenica dal club granata, ha dapprima commentato il successo di due settimane fa per poi porre l’accento sulla classifica e sulla rincorsa al Lecce capolista.

“Abbiamo il dovere di puntare il Lecce – ha dichiarato Drudi – e non dobbiamo pensare ai play-off. Per tentare l’impresa però abbiamo bisogno dei nostri tifosi e noi giocatori dobbiamo riconquistarli attraverso prestazioni e risultati positivi”.

“Il mio passato? In verità, dovevo arrivare a giugno, ma il Lecce non volle chiudere la trattativa e quindi cedermi. La cosa si è concretizzata adesso e ne sono molto contento, anche perché mi ritrovo in una squadra importante. Quando sono arrivato ho trovato una squadra che non vinceva da alcune gare. Il successo sulla Juve Stabia è stato salutare. Adesso non ci resta che vincere più partite possibile da qui alla fine”.

Commenti