Tempo di lettura: 5 minuti

lecce-materaLECCE – Ancora una volta il Matera trionfa al “Via del Mare“. A differenza del 2-1 che di fatto spense i sogni promozione del Lecce di Braglia, questo 3-0 con cui Auteri annichilisce i giallorossi è un’autentica lezione di calcio impartita ad una compagine, quella leccese, quasi mai in partita tra le mura amiche. Il vantaggio, arrivato a firma di Negro su assist di Ingrosso, è però soltanto l’inizio di una Caporetto sportiva. Armellino, in chiusura di primo tempo, centra l’incrocio alto con quello che una volta si definiva “tiro della domenica”, ma l’apice lo raggiunge Strambelli, autore del tris che spegne totalmente il Lecce con un sinistro a giro dove Gomis può solo assistere impotente.

1’ Auteri deve fare i conti con le squalifiche dei due centrocampisti ex di turno Papini e De Rose, ma non cambia il credo tattico dei suoi, imperniato sempre sul 3-4-3, almeno in fase di non possesso travestito da 3-4-2-1. Carretta si posiziona al centro del tridente completato da Negro e Strambelli. Padalino lascia un po’ a sorpresa in panchina Tsonev, confermando il centrocampo tipo Lepore-Arrigoni-Mancosu. In difesa Drudi parte dal 1’ al posto di Cosenza.

3’ Tiro da fuori di Strambelli, alto sopra la traversa

8’ Il Lecce sale d’intensità. Azione prolungata sul binario destro, Vitofrancesco mette in moto Pacilli, palla tesa al centro per Caturano, colpo di testa spizzicato di poco fuori.

10’ Iannini tenta la sorte da fuori, alto.

12’ Strambelli trova un varco centrale dalla trequarti e tenta una difficile conclusione, fuori di molto.

15’ Passaggio filtrante di Caturano per Torromino che aggira l’intera difesa avversaria con un movimento in diagonale sul filo del fuorigioco, tocco sul secondo palo salvato di piede da Alastra.

18’ GOL MATERA. Ingrosso parte sulla destra seminando gli avversari prima di una palla tesa in area dove Negro è il più lesto di tutti, tap-in vincente e Matera in vantaggio.

24’ Gol annullato al Matera con qualche dubbio. Armellino innesca Casoli sulla sinistra, partito forse in linea con la difesa leccese. La segnalazione del secondo assistente però rende vano l’assist vincente per Carretta.

28’ Angolo di Lepore battuto nell’area piccola, Mancosu svetta bene ma De Franco anticipa il sardo sul più bello.

30’ Sponda di Caturano per l’accorrente Torromino, destro al volo che si perde sopra la traversa.

38’ Il Matera getta al vento il raddoppio. Carretta parte come un fulmine dal centrocampo su servizio di Ingrosso e semina la difesa del Lecce, impossibilitata ad acchiappare lo sgusciante attaccante gallipolino che, però, una volta presentatosi di fronte a Gomis, opta per l’appoggio a Negro, posizionato più in avanti rispetto alla linea del pallone e quindi in fuorigioco prima del gol messo a segno dopo aver aggirato Drudi. Altra rete annullata.

42’ Azione da manuale del Matera. Da Armellino a Strambelli, assist per Carretta che fa mangiare la polvere a Contessa prima di un tiro chiuso dall’uscita di Gomis.

43’ GOL MATERA. Il Lecce sbaglia il disimpegno sull’occasione fallita da Carretta, Armellino recupera la sfera e confeziona il gol dell’anno con un destro esterno che disegna un delizioso arcobaleno insaccatosi nell’incrocio alla destra di Gomis, posizionato male su una rete comunque strabiliante.

44’ Cross di Pacilli per Mancosu, testata rabbiosa che non crea patemi ad Alastra.

Primo tempo: Matera nettamente superiore nel gioco offensivo, specialmente sulle corsie laterali. A sinistra Vitofrancesco spesso è in difficoltà sui tagli e sulle sovrapposizioni, ma all’inizio non è un Lecce da buttare. Anche nel periodo di maggior pressione materana, i giallorossi si propongono nella metà campo avversaria, ma la cattiveria negli ultimi metri non è quella giusta. Sul finire di tempo però il Matera dà l’impressione di avere una marcia in più e il gol di Armellino a porre l’accento sulla superiorità ne è la prova.

Secondo tempo

6’ Iniziativa solitaria di Lepore che sgroppa in solitaria al centro del campo prima di una bordata deviata in angolo da un difensore del Matera.

9’ Armellino mira l’angolo basso sul primo palo e arma il destro, fuori.

13’ GOL MATERA. Rete pazzesca di Strambelli che controlla il pallone sui venticinque metri, decentrato sulla sinistra, e sigla una rete di pregevole fattura con un sinistro a rientrare sul secondo palo che beffa Gomis, uccellato ancora una volta. Strambelli poi irride il “Via del Mare” esultando con il “trenino”, la riconosciuta esultanza del Bari negli anni Novanta, ripetendo “la prodezza” dello scorso anno messa a segno con la casacca della Fidelis Andria.

22’ Lepore scarica in porta un tiro che mette in seria difficoltà Alastra, incapace di bloccare il pallone in due tempi. S’avventa Caturano, atterrato dal portiere materano, ma per l’arbitro non ci sono gli estremi per assegnare il rigore.

34’ Azione di Vutov sulla destra, rimpallo favorevole a Caturano, assist per Doumbia che salta Ingrosso ma conclude debolmente con una sorta di tiro-cross che si spegne al di là della linea di fondo.

45′ Destro di Louzada che scarta Contessa e stampa il palo esterno. Matera in totale controllo.

Il tabellino

Lecce-Matera 0-3

Lecce (4-3-3): 22 Gomis; 2 Vitofrancesco, 16 Drudi, 14 Giosa, 3 Contessa; 10 Lepore, 6 Arrigoni (1’st 13 Tsonev), 4 Mancosu; 11 Pacilli (30’st 24 Doumbia), 18 Caturano, 7 Torromino (30’st 9 Vutov). A disposizione: 1 Bleve, 12 Chironi, 5 Cosenza, 15 Freddi, 19 Vinetot, 20 Maimone, 21 Fiordilino, 23 Ciancio, 25 Persano. Allenatore Pasquale Padalino

Matera (3-4-3): 22 Alastra; 28 Ingrosso, 5 De Franco, 3 Mattera; 23 Di Lorenzo (21’st 13 Meola), 21 Armellino, 8 Iannini (36’st 6 Piccinni), 27 Casoli; 10 Strambelli, 20 Carretta (30’st 7 Louzada), 29 Negro. A disposizione: 1 Bifulco, 12 D’Egidio, 2 Scognamillo, 9 Infantino, 18 Dellino, 19 Sartori, 36 Gigli. Allenatore Gaetano Auteri.

Marcatori 18’pt Negro (M), 43’pt Armellino (M), 13’st Strambelli (M),

Ammoniti 41’pt Drudi (L), 23’st Tsonev (L), 38’st Meola (M)

Arbitro: Andrea Zanonato di Vicenza (Zancanaro-Marcolin)

Note: serata fresca, temperatura 11°C . Spettatori 7.731 per un incasso di 88.946 euro.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.