Tempo di lettura: 3 minuti

juve-stabia-vs-lecceLECCE (di Italo Aromolo) – Dove tutto cominciò, sotto lo sguardo fiero e pieno di emozione di Enrico Tundo, Saverio Sticchi Damiani e Corrado Liguori, volti ancora nuovi della cordata salentina che quel giorno realizzava un altro sogno oltre a quello, già avverato, di salvare il calcio a Lecce: cominciare a vincere. Il giorno era il 13 settembre 2015 e la partita non una come la altre: Juve Stabia-Lecce 0-1.

Dopo il kappaò al debutto contro la Fidelis Andria, il primo successo arrivava sette giorni dopo in una partita per certi versi eroica, come non se ne vedevano da tempo dalle parti salentine. Al gol di Romeo Papini, al 49′, abile a sgusciare tra due avversari al limite dell’area piccola e infilare il portiere Russo, seguivano interminabili minuti di sofferenza, con la formazione giallorossa arroccata a difendere il vantaggio in inferiorità numerica per circa trenta minuti dopo l’espulsione di Matteo Liviero. Proprio quel Liviero che avrebbe voluto guidare la batteria di ex leccesi oggi tra le fila della Juve Stabia (gli altri sono Stefano Salvi e Marco Rosafio) ma che non giocherà la gara di questo pomeriggio perchè infortunato. D’altra parte c’è invece Sergio Contessa, difensore giallorosso con un passato a Castellammare di Stabia nelle ultime due stagioni e che in maglia gialloblù giocò per intero la partita del 2015. Altra ex “Vespa” è poi Simone Ciancio.

Juve Stabia-Lecce è storia di prime volte da sempre. Perché già novanta anni fa, la sfida del 13 novembre 1927 ha segnato la prima sconfitta in assoluto nella storia dell’Unione Sportiva Lecce, ufficialmente fondata il 15 settembre (due mesi prima) dalla fusione di Gladiator e Juventus. Si giocava in un torneo a sette squadre di Seconda Divisione e, dopo il pareggio contro l’Aversa Normanna, quella squadra formata da giovani studenti e lavoratori leccese perse 1-0 al “Comunale” di Castellammare con gol dello stabiese D’Amora.

precedenti-juve-stabiaNel mezzo sono 7 gli altri precedenti tra giallorossi e gialloblù, per un totale di 9 con un bilancio quasi in parità: 3 vittorie per la Juve Stabia, 2 per il Lecce e 4 pareggi. Nell’ottobre di due anni fa finì 1-1 una gara particolarmente vivace dal punto di vista del gioco e delle occasioni, dove il Lecce di Franco Lerda passò in vantaggio con Davide Moscardelli (gol da vero rapace dopo uno scatto in profondità a saltare la difesa avversaria) per poi farsi raggiungere dal gol di Samuele Romeo per una disattenzione su palla inattiva. Nel tabellino i destini incrociati di Fabio Caserta, che sfidava il suo passato in giallorosso del 2008/’09, quando sfiorò la salvezza in Serie A con Gigi De Canio in panchina, ed Alessandro Carrozza, che di lì a poco avrebbe lasciato in capoluogo salentino per trasferirsi in prestito nella cittadina campana.

Nella stagione di Serie C 1995/’96 il Lecce di mister Giampiero Ventura collezionò la prima sconfitta stagionale al “Menti”, alla terza giornata del trionfale campionato terminato con la promozione in Serie B a distanza di un solo anno dalla retrocessione. Dopo aver rimontato lo svantaggio iniziale con un uno-due a firma di Vincenzo Mazzeo e Tiziano De Patre, l’undici giallorosso subì un’eclatante contro-rimonta, incassando al 66’ e al 90’ i gol del definitivo 3-2 per i padroni di casa. Nella bolgia di un “Menti” in visibilio, vinceva lo Stabia di Roberto Amodio e Jonathan Bachini: il primo, difensore, era stato un calciatore del Lecce dal 1990 al 1992 e il secondo, centrocampista, lo sarebbe diventato pochi mesi dopo.

Calcio e storia- Di seguito, alcuni avvenimenti storici che si sono intrecciati con i precedenti di Juve Stabia-Lecce.

Durante il primo Juve Stabia-Lecce (anno 1927) accadeva che…

  • Andava in onda negli Stati Uniti la prima trasmissione televisiva via cavo, con riprese dal vivo.
  • Charles Lindbergh compiva la prima traversata dell’Atlantico in aereo.
  • Nasceva il cinema sonoro (“Il cantante di Jazz” è il primo film parlato della storia).
  • Nasceva Joseph Ratzinger il 16 aprile.
  • In Italia nasceva l’OVRA, la polizia segreta del regime fascista.
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.