Tempo di lettura: 6 minuti

lecce-virtus-francavilla-coppaFRANCAVILLA FONTANA –  Il Lecce batte 6-5 la Virtus Francavilla ai rigori ed accede ai sedicesimi di finale di Coppa Italia di Lega Pro, dove ci sarà l’incrocio col Matera. Dal dischetto c’è l’errore iniziale di Gomis, decretato singolarmente primo battitore, pareggiato dal palo di Abate sul quinto e decisivo penalty. Ad oltranza, il portiere senegalese si riscatta e neutralizza il rigore di Gallù con un gran tuffo sulla propria sinistra.

Nei tempi regolamentari, fatta eccezione per l’accelerazione iniziale del Lecce, capitalizzata con il gol del vantaggio di Vutov, si assiste ad un dominio della Virtus Francavilla, più motivata ed infarcita di titolari rispetto alla squadra di Padalino. Il pareggio, arrivato allo scoccare del novantesimo, ha premiato la volontà dei biancoazzurri, ottimi nel gioco a centrocampo, ma tutt’altro che cinici sottoporta.

Primo tempo

1’ Poco turnover per i padroni di casa. Calabro conferma Idda ed Abruzzese in difesa, aggiungendo De Toma al terzetto difensivo; Triarico-Finazzi-Prezioso (squalificato in campionato) a centrocampo, con Triarico e Gallù novità. Davanti Abate sostituisce Nzola e completa un tridente con Alessandro e Albertini. Tanti esperimenti per il Lecce, tra giovani da lanciare e elementi in cerca di riscatto. In porta c’è Gomis, Contessa si riprende il posto sulla corsia sinistra e Capristo agisce da terzino destro, con Cosenza e Vinetot centrali. A centrocampo Fiordilino è il play, ai suoi lati giostrano Monaco e Maimone. In attacco, Persano punta centrale, con Vutov a sinistra e la sorpresa Rosafio sull’out mancino

8’ Fase di studio tra le due compagini, che si equivalgono tatticamente. Solo due calci d’angolo respinti senza problemi dalle difesa.

11’ Calcio di punizione dal vertice alto battuto da Alessandro, traiettoria a girare respinta a mano aperta in angolo da Gomis. Primo squillo della partita.

16’ Vutov prova l’imbucata centrale per l’inserimento di Rosafio, Casadei legge bene la situazione e anticipa in uscita il giovane attaccante giallorosso.

19’ GOL LECCE. Azione sulla fascia destra condotta da Capristo e Vutov, tocco al limite dell’area per Persano, arriva a rimorchio Vutov che penetra in area e batte il portiere con un tocco preciso sul secondo palo.

21’ Filtrante di Rosafio per Persano in area, Casadei esce a terra e anticipa l’attaccante giallorosso.

25’ Corner di Vutov che attraversa tutto lo specchio della porta, Triarico risolve in qualche modo e spazza dall’area piccola.

30’ Traversone di Gallù

31’ Break della Virtus Francavilla. Contropiede condotto da Albertini che, una volta raggiunto il vertice basso dell’area, cambia fronte premiando Alessandro, efficiente nell’accompagnamento dell’azione, ma il tiro dell’ex Casertana è masticato e Cosenza recupera.

35’ Punizione velleitaria di Alessandro che si spegne a lato.

40’ Dialogo nello stretto Persano-Vutov-Persano, passaggio di ritorno per il bulgaro che tenta il tiro da posizione defilata, ribattuto da De Toma con qualche protesta dei calciatori del Lecce.

44’ Cross teso di Prezioso per Abate, colpo di testa debole e impreciso che non crea patemi a Gomis.

46’ Azione prolungata della Virtus Francavilla respinta dall’inzuccata di Cosenza, Gallù tenta la fortuna dai trenta metri, sfera a lato di poco.

Primo tempo: Lecce attento nel tenere la posizione, soprattutto dopo il gol del vantaggio. La Virtus Francavilla è propositiva, ma manca la cattiveria giusta nell’ultimo tocco in area. I padroni di casa si fanno vedere soprattutto grazie alla duttilità di Triarico, inizialmente perno destro del tridente ma libero di svariare su tutto il fronte offensivo, invertendosi anche con Albertini.

Secondo tempo

3’ Bella trama offensiva sulla corsia sinistra tra Gallù e Alessandro, servizio teso dell’esterno sinistro per il sinistro da buona posizione di Abate, alto.

4’ Lancio in area di Idda, sponda di Alessandro per Abate che trattiene Cosenza e non riesce ad arrivare sul pallone a pochi passi da Gomis.

9’ Occasionissima per la Virtus Francavilla. Da un cross teso dell’ottimo Gallù nasce un’azione insistita al limite dell’area leccese. Finazzi trova il pertugio giusto tra le maglie della difesa giallorossa e mette Abate a tu per tu con Gomis, che dice no all’attaccante della Virtus aggredendo la sfera e costringendo l’avversario al tiro su di lui.

11’ Padalino dà vigore alla retroguardia con l’ingresso di Ciancio per Rosafio. L’ex Cosenza si posiziona largo a destra e Capristo avanza sul versante sinistro del tridente offensivo.

12’ Tiro di Prezioso sul primo palo troppo strozzato, sul fondo dopo una deviazione.

17’ Penetrazione laterale di Nzola che sfugge agli avversari e tenta il piatto sul primo pallo, Gomis si distende e respinge.

19’ Abate s’avvita in area e trova l’impatto giusto al volo di destro, Cosenza s’immola e respinge col corpo.

22’ Grande azione personale di Prezioso che riesce a gestire un pallone in area nonostante una folta marcatura, scarico centrale per il destro di Galdean, a lato di un soffio.

24’ Tiro potente di Finazzi dai 25 metri, Gomis respinge in angolo a mano aperta.

36’ Lungo lancio dalla difesa, Nzola supera di forza Vinetot ma indugia troppo al limite dell’area, l’azione sfuma.

40’ Cambio tattico per Padalino. Drudi rileva Monaco e va largo a sinistra in difesa, con Contessa che scala in mediana.

45’ GOL VIRTUS FRANCAVILLA. La Virtus pareggia meritatamente al tramonto del match. Punizione ben tagliata di Galdean,Idda sfugge alle marcature e infila Gomis di testa.

Secondo tempo: Punteggio giusto per quanto fatto vedere in campo dalle due squadre. I padroni di casa sono apparsi più motivati e tonici, complice probabilmente anche il minor turnover disposto da mister Calabro. Il Lecce non ha mai raggiunto i sedici metri avversari, faticando a tenere il pallone e costruire trame offensive.

Primo tempo supplementare

6’ Ottimo passaggio filtrante di Finazzi per Nzola, murato da Drudi nel cuore dell’area.

8’ Cambio di gioco di Tsonev controllato malissimo da Abruzzese, che si fa soffiare il pallone da Ciancio. Il terzino giallorosso però s’allunga troppo il pallone e perde il controllo.

Secondo tempo supplementare

4’ Parabola insidiosa di Fiordilino che, su punizione dalla sinistra, costringe Casadei alla respinta di pugno.

5’ Cross teso di Albertini, Cosenza anticipa di testa De Angelis ben posizionato nel cuore dell’area.

7’ Gallù converge al centro prima di porgere palla ad Abate, tiro da fuori sporcato da Vinetot che lambisce la traversa.

Il tabellino

Virtus Francavilla Calcio – Lecce 5-6 dcr (1-1 dts)

Virtus Francavilla Calcio (3-4-3): 88 Casadei; 5 Idda, 2 De Toma, 21 Abruzzese; 20 Triarico (1’ st 10 Galdean), 25 Finazzi (36’ st 11 De Angelis), 19 Prezioso, 6 Gallù; 16 Albertini, 27 Abate, 23 Alessandro (16’ st 9 Nzola). A disposizione: 1 Albertazzi, 22 Costa, 18 Turi, 11 De Angelis, 4 Pastore, 8 Biason, 13 Pino, 15 Tundo, 3 Vetrugno. Allenatore Antonio Calabro

Lecce (4-3-3): 22 Gomis; 17 Capristo (27’ st 13 Tsonev), 5 Cosenza, 19 Vinetot, 3 Contessa; 20 Maimone, 21 Fiordilino, 8 Monaco (40’ st 16 Drudi); 9 Vutov, 25 Persano, 29 Rosafio (11’ st 23 Ciancio). A disposizione: 1 Bleve, 12 Chironi, 6 Arrigoni, 11 Pacilli, 26 Morra, 27 Mengoli, 28 Perrone, 30 Molfetta. Allenatore Pasquale Padalino

Marcatori: 19’ pt Vutov (L), 45’ st Idda (VF)

Sequenza rigori: Gomis (parato), De Angelis (gol), Drudi (gol), Abruzzese (gol), Persano (gol), Nzola (gol), Tsonev (gol), Galdean (gol), Vutov (gol), Abate (palo), Ciancio (gol), Gallù (parato).

Ammoniti: 41’ st Vutov (L), 50’ st Idda (VF), 2’ pts Contessa (L), 12’sts Gallù (VF), 12’sts Fiordilino (L),

Arbitro: Vincenzo Valiante di Salerno

Assistenti: Giuseppe Mansi di Nocera Inferiore e Giuseppe Scarica di Castellammare di Stabia

Note: pomeriggio caldo e soleggiato, temperatura 28 °C. Spettatori 854, incasso totale 6680 euro. Recuperi 1’pt, 5’st, 0’pts, 0’sts. Calci d’angolo: 13-3

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.