Tempo di lettura: 1 minuto

pinuccio-striscia-la-notizia-novoliNOVOLI – Mercoledì scorso, nella puntata del Tg satirico “Striscia la notizia“, l’inviato Pinuccio, al secolo Alessio Giannone, ha denunciato lo scempio che deturpa un percorso turistico che sorge nei territori con vincolo paesaggistico ed architettonico della Valle della Cupa, tra Trepuzzi e Novoli e che è segnalato da tanto di indicazioni stradali (video) destinate a turisti e residenti. I soliti incivili hanno pensato bene di lasciare lungo i margini della strada rifiuti di ogni genere che si ammassano e restano all’aria aperta deturpando la natura e contaminando l’ambiente, tra filari di vite e alberi secolari di ulivo.

Novoli
Gianmaria Greco, sindaco di Novoli

Uno scempio che non fa certo onore alle amministrazioni dei territori coinvolti nel servizio dell’inviato di Striscia e che ha subito trovato pronta risposta da parte del sindaco di Novoli, Gianmaria Greco. Con un post pubblicato sulla bacheca della propria pagina facebook, il primo cittadino del Comune del Nord Salento ha infatti informato la cittadinanza che sulla vicenda la sua amministrazione comunale è intervenuta già nelle scorse settimane individuando chi commette un reato conferendo i propri rifiuti solidi in aree non autorizzate. Quanti sono stati “pizzicati” dal servizio di foto-trappole saranno ora denunciati e si procederà anche penalmente.

Ecco il messaggio del sindaco apparso sul popolare social: «A seguito del servizio andato in onda su “Striscia la Notizia”, questa mattina Comune e Carabinieri sono intervenuti per verificare lo stato dei luoghi. La nostra amministrazione è da tempo in guerra contro gli incivili che violentano le nostre campagne e periferie. Per questo motivo abbiamo attivato nelle scorse settimane un servizio di foto trappole che hanno già stanato diversi sporcaccioni, che saranno denunciati anche penalmente. Anche se comporta costi elevati non limiteremo mai alcuno sforzo per combattere degrado ed inciviltà».

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.