Tempo di lettura: 1 minuto
Giacomazzi e Chevanton con Andrea Ferreri, autore di "A Sud di Maradona"
Giacomazzi e Chevanton con Andrea Ferreri, autore di “A Sud di Maradona”

SQUINZANO- Intervenuto a margine della presentazione del libro “A Sud di Maradona” di Andrea Ferreri, l’ex capitano del Lecce Guillermo Giacomazzi ha rivissuto un po’ i suoi anni da condottiero del Lecce, partendo dal paragone con le bandiere Barbas e Pasculli, protagoniste del volume edito da BePress che ricorda l’ascesa territoriale di Lecce e del Salento spinta irrimediabilmente dai successi dell’U.S. Lecce: “Barbas e Pasculli sono stati due personaggi molto importanti per il calcio sudamericano, sono stati due cardini importanti, vincendo il Mondiale. Per noi sono stati due punti di riferimento, delle realtà, non solo sul piano strettamente calcistico. Noi dobbiamo soltanto ringraziare il Lecce, ci ha permesso di giocare il campionato più forte d’Europa. Il calcio per i leccesi? E’ vissuto come in Uruguay, è un veicolo per farsi conoscere. A noi non ci conoscono da nessuna parte, pochi sanno localizzare l’Uruguay, ma il calcio e i calciatori hanno portato alla ribalta il Paese. In campo abbiamo questo fuoco da difendere ed è stato così anche indossando la maglia giallorossa. Eravamo chiamati dappertutto ‘terroni’ e io, da capitano, ho coltivato di più questo senso di appartenenza che avevo già dall’inizio. Difendere questi colori per tanti anni ha reso il giallorosso una seconda pelle, e la scelta di rimanere qui insieme alle nostre compagne, salentine, non è figlia del caso”.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.