Tempo di lettura: 1 minuto

post Liguori - Di ChiaraLECCE – “Più che la tana dei lupi…me sembra quella dei polli…troppo cinema….ma si può sempre fare, crederci fino alla fine, forza Lecce fino alla fine…e parlate de meno…” Ecco il commento al vetriolo dell’ex difensore del Lecce, Stefano Di Chiara, postato sulla pagina facebook del vicepresidente del club giallorosso, Corrado Liguori.

Al dirigente salentino, che aveva pubblicato una doppia foto che ritrae la Curva Nord cui Liguori rivolgeva parole di apprezzamento per il sostegno dato alla squadra di casa nell’amaro derby col Foggia, è dunque giunta la notifica delle parole scritte da un uomo che fa della schiettezza e della verità da dire a costo di pagare sulla sua pelle tanta franchezza.

Stefano Di ChiaraStefano Di Chiara non ha mai disconosciuto l’amore e l’affetto che lo lega a Lecce ed alla squadra giallorossa nella quale ha vissuto probabilmente le sue stagioni migliori e più esaltanti. Uno spirito guerriero che ne aveva fatto uno dei beniamini della tifoseria leccese, per una stima ed un attaccamento rinsaldati la scorsa estate in occasione del memorial per il trentennale della prima promozione del Lecce in Serie A, quando Di Chiara ebbe solo belle parole per questo territorio, evidenziando un legame che il tempo non allenta o cancella.

Dunque, l’ex terzino giallorosso non ce l’ha fatta a non commentare il 2-3 incassato contro i rossoneri di De Zerbi; ha scritto d’impulso, mosso dalla rabbia di aver visto un Lecce in balìa degli avversari nella prima ventina di minuti in cui forse si è persa l’occasione per indirizzare la semifinale nella direzione sperata alla vigilia. Il fatto che il ko sia arrivato in casa ha quindi fatto esplodere la rabbia di Stefano Di Chiara con il palese invito a parlare meno e fare di più, perché tutto è ancora in gioco.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.