Tempo di lettura: 2 minuti
Il tecnico del Nardò Nicola Ragno
Il tecnico del Nardò Nicola Ragno

NARDÒ- Mastica amaro l’allenatore del Nardò Nicola Ragno dopo lo 0-1 casalingo col Manfredonia, deciso nel focalizzare la svolta della gara sulla disattenzione che ha portato alla rete sipontina: “Non ho visto confusione in campo. –sottolinea Ragno- La squadra voleva vincere la gara, e la confusione c’è sì stata ma solo alla fine. Il gol di Bozzi su palla inattiva? Sapevamo che il Manfredonia sugli angoli portava avanti i tre centrali, potevamo andare in difficoltà e abbiamo schierato i colpitori di testa. Bozzi è stato bravo, l’esperienza ha prevalso sull’inesperienza di Cassano e quest’errore ci è costato caro. Arrabbiato per cosa? Per tutto, imbattibilità, prestazione e classifica. –chiosa l’ex Andria- In questo momento avevo bisogno di punti, ho messo una squadra con molta qualità e il Manfredonia non ci ha concesso molte occasioni. Loro erano bravi nelle ripartenze. Dobbiamo fare i play-off dimenticando quello che è successo oggi, arrivare secondi sarà difficile anche se la prossima giornata vedrà. I cambi? Oretti e Rescio erano in difficoltà, hanno sofferto come Presicce, crollato quando il campo è peggiorato. Rifarei tutto quello che si è fatto, magari avrei ribadito ancora di più l’attenzione sulle palle inattive –conclude il tecnico- .All’andata ci ha punito Colombaretti e al ritorno è successo questo”.

L’altra faccia della partita è rappresentata dal trainer manfredoniano Massimiliano Vadacca, raggiante per la conquista dei punti che hanno regalato la salvezza al Donia dopo un anno tribolato: “Abbiamo preparato bene la partita, alla fine il risultato è meritato –afferma l’ex attaccante di Tricase, Casarano e Cavese- .Il Manfredonia ha creato occasioni più limpide, gli avversari si sono presentati con confusione. Dovevamo salvarci perché sotto hanno vinto tutte e dopo il gol di Bozzi abbiamo raccolto altre due occasioni. È stato un campionato sofferto a livello societario, siamo stati bravi nel gruppo e i grandi hanno ben aiutato i piccolo. Ci teniamo molto alla classifica ‘D valore’, abbiamo rischiato con un ragazzo del 1999 e quando giochiamo con i tre ‘grandi’ dietro credo che la nostra sia una delle migliori difese del campionato”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.