Tempo di lettura: 1 minuto

cosenzaLECCE – Dopo Checco Lepore che ha palato ieri con i giornalisti, oggi pomeriggio è toccato a Ciccio Cosenza incontrare la stampa e parlare del momento che si sta vivendo nel gruppo del Lecce che ha lasciato nel cassetto i sogni di promozione diretta in Serie B, ma che di mollare sul più bello proprio non ne vuol sapere.

Il roccioso difensore centrale giallorosso ha risposto alla domanda relativa a cosa abbia detto Braglia alla squadra così: “Il mister è persona pratica e noi siamo abbastanza maturi da capire che le parole in questo momento servono a poco. Il calcio è bello perché ti dà la possibilità di rifarti subito”.

Quindi l’analisi del calo giallorosso: “Dopo una lunga serie di partite in cui siamo scesi in campo col giusto atteggiamento mentale, negli ultimi incontri non eravamo scarichi, ma non siamo riusciti a trasferire sul campo tutta la nostra determinazione. Il calcio non è matematica. L’unica cosa che resta di queste ultime partite è il rammarico e da questo dobbiamo ripartire. Stiamo facendo dei sacrifici assieme a tutti e di certo non possiamo rovinare quanto di buono fatto finora. Ci teniamo a fare bene in queste ultime partite e poi inizierà un altro mini-torneo”.

Infine, una battuta sul pubblico leccese: “Il ‘Via del Mare’, sebbene vi abbiamo ultimamente lasciato dei punti, resta sempre il nostro punto di forza, proprio perché possiamo contare sull’apporto dei nostri splendidi tifosi”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.