Tempo di lettura: 1 minuto

OrettiNARDO’- Arrivato a dicembre per colmare il vuoto lasciato da Michele Lanzillotta, il centrocampista Fabio Oretti si è fatto subito apprezzare a Nardò per doti tecniche e umane, divenendo una sicurezza: “Giocare in una piazza importante è sempre bello. Ringrazio la società per scommesso su di me. –chiosa il regista- Io ero a Potenza e facevo un campionato giusto per salvarci. Venendo qui a Nardò sapevo di affrontare una stagione di vertice con una squadra che puntava ai play-off. Ora che siamo primi siamo in ballo e balleremo fino alla fine”.

La ripresa dopo la sosta riconsegna il centrocampista campano a mister Ragno: “Abbiamo ripreso bene con la classica settimana tipo, ci stiamo allenando bene per la battaglia di domenica. Le porte chiuse? Mancheranno tanto, anche a me. Personalmente, non gioco da un mese e preferivo rientrare in campo con i nostri tifosi. Purtroppo è andata così. Noi abbiamo il dovere di dare il massimo anche per loro”.

Oretti è stato assente in partite importanti per la rimonta granata: “Avrei voluto giocare contro Taranto e Potenza, visto che ero un ex, ma nella sfortuna sono stato fortunato, saltando solamente due match. La vittoria del ‘Viviani’ è stata importante –rivela Oretti- perché ci ha permesso di raggiungere la Virtus. Cosa dico ai miei ex compagni? Vorrei spronarli a mettercela tutta, manca poco alla salvezza, sono felice di questo risultato solamente per loro, non di certo per la società”.

E sulla corsa al vertice: “Tra le nostre avversarie, per quello che crea, temo di più la Virtus Francavilla. Ci ho giocato contro all’andata e al ritorno –conclude- ed è la squadra con l’organico più completo”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.