Tempo di lettura: 2 minuti

Alessandro PirrettiGALLIPOLI- Alessandro Pirretti, centrocampista del Gallo, ha voglia di ripartire dalla grande prestazione del secondo tempo di Gallipoli-Potenza, un pari che non fa mollare i giallorossi, ultimi a quattro punti dall’accoppiata Picerno-Aprilia: “La partita è stata condizionata dall’espulsione – afferma il centrocampista di Racale- poi siamo stati sfortunati,  prendendo un gol per errore del nostro difensore e non sfruttando tantissime occasioni. Ci sta andando male, loro con un tiro fanno un gol, noi abbiamo dominato la maggior parte del match e abbiamo trovato le parate del portiere. Espulsione ingiusta? Ho parlato con Buccarella e lui mi ha detto che non l’ha toccato, io non ho visto niente perché stavo seguendo l’azione“. Pirretti è contento della continuità acquisita in queste ultime partite: “Sono rientrato dopo un problema al ginocchio, sono contento. Il mister mi ha rischiato anche domenica dandomi fiducia, nonostante non mi fossi allenato bene a causa di questi guai, e spero di averla ricambiata“. Il monito dello scuola Lecce è quello di lottare fino alla fine: “Bisogna credere alla salvezza,- continua Pirretti- non dobbiamo mollare mai, approcciando i prossimi incroci come a delle finali. La squadra c’è, ci siamo espressi bene anche contro le big come il Nardò, mettendoli sotto. La sosta? Secondo me ci potrà aiutare. Anche a livello personale, potrò recuperare al meglio per il match di Bisceglie, partita dove dobbiamo andare a giocarcela“. La classifica deficitaria e le difficoltà passano in secondo piano nella valutazione dell’annata: “Sono felicissimo per quest’esperienza. -chiosa- La squadra non mi tratta come un semplice under, mi sento un protagonista di questo gruppo. E’ una buona stagione perché sto giocando sempre, cimentandomi anche in ruoli difficili in un campionato come il Girone H, come il mediano, non penso ci siano molti classe 1997 nel cuore del campo. Mi sta mancando il gol, lo sto sempre sfiorando, sono molto sfortunato. Al contrario dell’ultimo arrivato Villani, a segno alla prima palla utile, io per segnare dovrei entrare con tutto il pallone (sorride, ndr).Cosa migliorare? Io dovrei migliorare in tante cose, il mister e i compagni mi danno una mano ogni giorno”. Pirretti conclude poi con un messaggio per un ex compagno :”Vorrei spendere due parole su Alberto Frigerio, un grande portiere e un amico. Anche se abbiamo acquistato un ottimo elemento come Russo, credo che estremi difensori come lui non ce ne siano in questa categoria“.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.