Tempo di lettura: 5 minuti

caturanoLECCE- Partita surreale al “Via del Mare”. Il Lecce pareggia per 1-1 con il Melfi, acciuffando il vantaggio ospite, arrivato nelle prime battute con Masini, soltanto nel terzo minuto di recupero del secondo tempo. Il gol di Caturano arrivato negli ultimissimi scampoli di match permette quantomeno di tenere il passo del Benevento, bloccato sul pari a Catanzaro. Gli ospiti hanno interpretato bene la gara, cogliendo il gol con Masini e giocando una gara di piena intensità agonistica, sovrastando per lunghi tratti il centrocampo leccese. I giallorossi hanno comunque creato tanto, a partire dal palo di Moscardelli per poi arrivare al break di 10′ nella ripresa, con tre colpi di testa imprecisi.

1’ Lecce con il confermato 3-4-3: Alcibiade affianca ancora Cosenza e Abruzzese, conferme per il resto dello schieramento, con l’eccezione Doumbia dal 1’ insieme a Moscardelli e Surraco. Il Melfi risponde con un energico 4-3-3. L’ex Herrera, messo a sinistra, è il grimaldello offensivo pronto ad agire tra le linee. Con lui, in attacco, capitan Masini e Longo. In difesa Annoni e Giron sono i terzini e Cason-Petta i centrali. Giacomarro agisce da play e Maimone, a destra del metronomo melfitano, è l’incursore di centrocampo. Completa la mediana Longo.

9’ GOL MELFI. Buco difensivo del Lecce, palla persa a centrocampo a seguito di un passaggio errato di Abruzzese per Doumbia che favorisce l’inserimento sulla destra di Maimone, palla dentro per Masini che mette dentro con un facile tap-in.

12’ Rinvio errato di Santurro, deviato di spalla da Moscardelli, palla vagante catturata da Doumbia, servizio di testa per il Mosca che impatta male il pallone e tira debolmente.

18’ Ammonito Petta per fallo su Surraco.

21’ Lecce vicinissimo al pari. Punizione-bomba di Moscardelli, deviata dalla barriera, che bacia la parte interna della traversa e torna in campo.

26’ Surraco conquista palla sul vertice basso dell’area, guadagna i sedici metri avversari e prova a mettere nell’area piccola per Moscardelli, Santurro anticipa tutti in uscita.

29’ Il Melfi prende in infilata il Lecce. Salvi e Papini sbagliano il pressing e Maimone prova a incanalare Masini nel corridoio giusto, Perucchini esce bene.

31’ Episodio da censurare al “Via del Mare”. Il direttore di gara sanziona un fuorigioco di Doumbia, proiettato nell’uno contro uno contro Annoni, a seguito di una rimessa laterale.

34’ Rimessa di Legittimo, respinta della difesa del Melfi, palla per Salvi, tiro dal limite, forse deviato, sul quale Santurro si oppone con i piedi.

35’ Lepore, direttamente da calcio d’angolo, mira l’incrocio dei pali, ma un difensore del Melfi ci mette una pezza sulla linea.

41’ Cross al centro di Papini per Surraco che s’avvita e tenta la girata nonostante il pressing di Petta, palla fuori.

43’ Il Lecce protesta per un calcio di rigore non concesso a Doumbia, trattenuto vistosamente in area da Cason.

44’ Herrera lascia partire il tiro da fuori, Perucchini vola ed evita il 2-0 melfitano

Secondo tempo                                               

4’ Presunto rigore per il Melfi non decretato dall’arbitro su un contatto tra Canotto, proteso in corsa, e Abruzzese.

9’ CAMBIO LECCE. Alcibiade esce per far posto a Curiale. Il Lecce passa alla difesa a quattro: Legittimo e Lepore terzini

10’ Punizione centrale di Lepore, Santurro para. Sul ribaltamento di fronte, Canotto vince il confronto con Legittimo e per poco non serve Masini, ben appostato al centro.

12’ Corner di Lepore ben battuto nel cuore dell’area, terzo tempo di Cosenza che sovrasta tutti, palla sul fondo.

12’ Lancio lungo dalla difesa, buco di Abruzzese su Canotto, letteralmente murato da una sontuosa uscita di Perucchini che tiene a galla il Lecce.

14’ CAMBIO MELFI. Silvestri sostituisce Petta, già ammonito ed a rischio dopo qualche fallo.

15’ Tacco di Curiale che libera la strada a Surraco, sinistro secco rasoterra che non impensierisce Santurro.

16’ Apertura geniale di Lepore che taglia quaranta metri di campo con una grandissima apertura per Curiale, colpo di testa che sfiora l’incrocio.

17’ CAMBIO LECCE. Caturano entra al posto di Moscardelli

19’ Scorribanda sulla sinistra di Doumbia, pennellata al centro per Surraco, inzuccata troppo angolata che fa la barba al palo

22’ CAMBIO MELFI. Finazzi irrobustisce il centrocampo melfitano entrando per Herrera.

24’ CAMBIO LECCE. Vécsei è l’ultima mossa offensiva; l’ungherese rileva Doumbia

25’ Contatto al limite dall’area tra Curiale e Cason, l’arbitro punisce l’attaccante giallorosso sanzionandolo con il giallo per simulazione.

27’ CAMBIO MELFI. Canotto, il migliore in campo, lascia il campo per far posto a Tortolano

33’ Ammonito Silvestri.

37’ Cross al centro di Lepore ben tagliato, Silvestri anticipa alla grande Curiale pronto alla battuta di testa. Sul conseguente angolo, Abruzzese svetta più in alto di tutti, palla alta sopra la trasversale.

48’ GOL LECCE. Forcing finale del Lecce che arriva al gol. Cross di Lepore per Caturano che, solo, deposita in rete di testa.

Il tabellino

Lecce-Melfi 1-1

Lecce: Perucchini, Alcibiade (9’st Curiale), Legittimo, Papini, Cosenza, Abruzzese, Lepore, Salvi, Moscardelli (17’st Caturano), Surraco, Doumbia (24’st Vécsei). A disposizione: Bleve, Liviero, Camisa, Lo Sicco, De Feudis, Freddi, Vécsei, Beduschi, Sowe. Allenatore Paolo Isetto (Braglia squalificato)

Melfi: Santurro, Annoni, Giron, Maimone, Cason, Petta (14’st Silvestri), Canotto (27’st Tortolano), Giacomarro, Masini, Herrera (22’st Finazzi), Longo. A disposizione: Gagliardini, Amelio, Petricciuolo, Demontis, Soumarè, Ingretolli. Allenatore Guido Ugolotti.

Marcatori: 9’pt Masini (M), 48’st Caturano (L)

Ammoniti: 18’pt Petta (M), 25’st Curiale (L), 33’st Silvestri (M), 46’st Vécsei (L)

Arbitro Andrea Mei di Pesaro

Assistenti Luca Solazzi di Avezzano e Graziano Vitaloni di Jesi

Note: pomeriggio fresco e ventilato, temperatura 14 C, terreno di gioco in ottime condizioni. La partita avrà inizio con cinque minuti in ritardo in segno di solidarietà, da parte della Lega Pro, nei confronti del Foggia, dopo la violenta contestazione subita ieri. Spettatori 9718 (6802 abbonati, 2916 paganti), incasso euro 36543,56 (20948,56 quota abbonati, 15595,00 incasso paganti). Tiri in porta 7-4, Tiri fuori/respinti 4-2, offside 2-2, Calci d’angolo 6-5. Recuperi 3’pt, 5’st.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.