Tempo di lettura: 2 minuti
ragno
Mister Nicola Ragno

BISCEGLIE- L’allenatore del Nardò Nicola Ragno legge così l’1-1 di Bisceglie, maturato grazie al gol di Rescio all’ultimo minuto: “Fino a un quarto d’ora dalla fine la partita era da pari, pochissime occasioni da entrambe le parti. Abbiamo tenuto testa ad una squadra sì giovane, ma motivata e pronta a lottare su tutte le palle. A volte l’aggressività e la rabbia sovrastano la tecnica di gioco, oggi noi eravamo lenti a ragionare ed il Bisceglie invece era bravo a difendersi in tanti per poi ripartire.”

Il Toro ha fatto i conti con una squadra giovane ma arrembante: “Abbiamo sofferto la vivacità dei ragazzi e poi, dopo aver subito il gol della domenica di Lorusso, abbiamo rischiato in qualche situazione buttandoci in avanti, concedendo qualche metro agli avversari. In un paio di occasioni Chironi è stato bravissimo ma devo fare un elogio ai miei, alla fine su dieci uomini avevo in avanti quattro punte effettive, caparbi nel crederci fino alla fine. Dopo il gol subito la squadra ha giocato per attaccare, il fatto di aver rischiato ci ha premiato. Due punti persi? Per come è andata la partita è un punto guadagnato. È chiaro che l’intenzione originaria era quella di vincere, come facciamo sempre in casa e fuori casa, imponendo il nostro gioco. A volte siamo capaci a volte no, la bravura dell’avversario e qualche elemento non in forma. Il Bisceglie era in forma, le vittorie a Isola Liri e Potenza non possono nascondere i pregi di questa squadra”.

E sul prosieguo del campionato, con il Nardò atteso dal big-match con la Virtus Francavilla, mister Ragno non si pone obiettivi: “Sappiamo che ci sono squadre più forti di noi, cercheremo di vincere tante scommesse che abbiamo giocando per noi stessi e per la società. Giovani? Anche noi abbiamo tanti under importanti”.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.