Tempo di lettura: 2 minuti
Federbet
Francesco Baranca

LECCE – Francesco Baranca segretario generale di Federbet (federazione internazionale che combatte il fenomeno del match fixing) ha evidenziato ancora una volta la strana mole di scommesse che si è registrata du due partite della Lega Pro: Prato-Carrarese e Casertana-Messina. Baranca ha spiegato su tuttomercatoweb.com che durante l’ultimo week-end sono state attenzionate le due gare per giocate anomale. A proposito del match del Girone B, posticipo giocato lunedì sera e terminato 4-1 per i campani tornati così capolista, l’esponente di Federbet ha dichiarato: “Prima del posticipo Casertana-Messina riceviamo numerose allerte da parte degli scommettitori: ci accorgiamo di una tendenza generale verso l’1, ma non in maniera sospetta. Allarmati dalla grande quantità di segnalazioni, però, svolgiamo un supplemento d’indagine presso i nostri bookmakers in zona e qui scopriamo l’inghippo: due di loro ci informano che sono stati letteralmente inondati di giocate basate sull’accoppiamento del segno 1 con l’over 3.5, con importi molto alti anche sui risultati esatti di 4-0 e di 4-1, evento quest’ultimo poi verificatosi. A noi e agli stessi bookmakers è tornato in mente un episodio accaduto a Catania nella passata stagione, visto che le tipologie di scommessa e le modalità attuate sono molto simili”.

Il  segretario generale ha infine sottolineato un aspetto tutt’altro che marginale relativo ai club: “Tengo a precisare a caratteri cubitali che le società non sono colpevoli ma, anzi, sono vittime di tutto ciò perché sono abbandonate a loro stesse: non hanno i mezzi per controllare le quote né possono scoprire ogni movimento dei loro tesserati. Ad esempio, se Casertana e Messina fossero state nostre affiliate avrebbero ricevuto un alert grande quanto una casa. Invece, al momento, basta un dipendente infedele e qualsiasi club automaticamente andrebbe a processo per responsabilità oggettiva non solo a livello sportivo ma anche a livello civile”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.