Tempo di lettura: 3 minuti
nardò francavilla palmisano
Alessio Palmisano

POMIGLIANO- Una sconfitta bruciante per il Nardò di Nicola Ragno. Dopo i quattro pareggi consecutivi arriva il passo falso al “Gobbato” di Pomigliano, e dire che il Toro era in vantaggio sul 2-0 a venti minuti dalla fine. La rimontona dei padroni di casa rende vana una giornata in cui le big della Serie D hanno frenato (Virtus Francavilla sconfitta in casa dal Torrecuso e Taranto incapace di piegare a domicilio il Serpentara). Tutto ciò non può che confermare l’incertezza che domina nella categoria.

La partita- Il Nardò parte con il piede sull’acceleratore, passando in vantaggio dopo solo 3’. Azione solitaria sulla sinistra di Presicce che entra in area, aggira due avversari e serve a Palmisano l’assist per il comodo gol del vantaggio. Il Pomigliano, messo alle strette dall’obbligo di far risultato per innumerevoli ragioni, reagisce senza creare problemi. Il destro di Galizia all’8’ è alto ed il sussulto di Perna, servito da Rea con un lancio dalla difesa, trova pronto Chironi. I padroni di casa sciupano una grande occasione per il pari al 12’: angolo di Panico, attivissimo sulla destra, spizzicata di Galizia e tiro alto di Esposito che manca la porta da zero metri. Al 30’ il portierino di Surbo è bravissimo nel chiudere lo specchio a Perna, efficiente nel vincere il duello con Martinez prima di esser murato dal numero 1 granata. La partita sale d’intensità prima dell’intervallo: Perna non indirizza bene di testa da corner e Presicce, sempre dalla sinistra, manca il gol a causa di un intervento di piede di Visone. Il Pomigliano entra bene in campo anche nella ripresa, facendosi vedere nei sedici metri granata. Cross di Guadalupi, sponda di Panico e botta di Liberti respinta da un difensore del Toro. Quando pare che il pareggio campano debba arrivare a momenti arriva la stoccata granata che porta allo 0-2. Al 63’ Palmisano spadroneggia sulla destra e pennella in area per Malcore che sfugge alle marcature e mette dentro il pallone del raddoppio. Il doppio passivo, colpo che taglierebbe le gambe a chiunque, spinge ancor di più l’orgoglio del Pomigliano che accorcia le distanze 5 minuti dopo, quando Liberti risolve al meglio una mischia nell’area salentina. Il Nardò incassa ed i padroni di casa pareggiano al 71’. Il firmatario del 2-2 è il neoentrato Prisco che, messo in moto da Galizia, batte Chironi e annulla il passivo. Gli schiaffi stordiscono il Nardò, e Chironi salva alla disperata al 74’ sul destro secco di Galizia. Il Pomigliano è però imprendibile e la rimonta si concretizza al 79’. Cross di Liberti, dormita della retroguardia neretina e rete di Galizia che fa gioire i supporters campani. Corvino ci prova timidamente alla fine con un calcio di punizione ma neanche l’infortunio a La Mura che costringe il Pomigliano in dieci uomini può dar vigore al Nardò. Tra sette giorni la ricerca del riscatto proseguirà nella partita casalinga contro il Francavilla in Sinni.

 

Il tabellino

Pomigliano-Nardò 3-2

Pomigliano: Visone, La Mura, Esposito, Alfano, Rea, Manzo, Liberti, Guadalupi, Perna (22’st Prisco), Panico (24’st Mignogna), Galizia (38’st Visciano). A disposizione: Caliendo, Di Finizio, Russo, Pontillo, Labriola, Somma. Allenatore: Biagio Seno.

Nardò: Chironi, Cassano, Mancarella, Vicedomini (36’st Corvino), Martinez (28’st Strumbo), Lanzolla, Palmisano, Lanzillotta, Malcore, Presicce (36’st Ricciardo), Gigante. A disposizione: Liaci, Versienti, Stranieri, Facecchia, Caporale, Montinaro. Allenatore: Nicola Ragno.

Marcatori: 3’pt Palmisano (N), 18’st Malcore (N), 22’st Liberti (P), 26’st Prisco (P), 34’st Galizia (P)

Arbitro: Cristian Cudini di Fermo (Micaroni-Basile)

Ammoniti: Alfano (P), Malcore (N). 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.