Tempo di lettura: 1 minuto

tifosi Lecce a MateraLECCE (di Tiro di Tacco) – Prima o poi doveva capitare un netto passo indietro nella prestazione del Lecce, ma ciò che meno mi è piaciuto della partita disputata contro il Matera è stata la sensazione che, a livello caratteriale, la squadra giallorossa avrebbe potuto dare di più, un aspetto questo che speravo superato con l’insediamento in panchina del nuovo allenatore; d’altra parte con Braglia (oggi niente mesciu Carletto) il Lecce è secondo dietro solo alla Casertana che sta conducendo al momento un campionato a sé (al momento, ma la Lega Pro…)

Per quanto riguarda gli aspetti tecnici della squadra salentina, i limiti offensivi e difensivi hanno di solito origine nel centrocampo, ma nel nostro caso sono anche evidenti gli errori dei singoli  in fase realizzativa anche se i nostri attaccanti di palle giocabili, a seguito di manovre riconoscibili, non è che ne vedano poi cosi tante. Il nostro è un centrocampo che, dal mio punto di vista, avrebbe bisogno di quell’equilibrio che calciatori come Salvi, se in buona condizione, possono dare. Rimanendo sempre in tema di zona mediana, sono incuriosito dalla neo-collocazione che Braglia sta cercando di cucire addosso a Vècsei; se vince quella che oggi sembra una scommessa, nel girone di ritorno il ragazzo potrebbe essere, grazie all’ abbinamento fisico-tecnico che si ritrova, un grande valore aggiunto.  Alla prossima, da Tiro di Tacco che praticamente non ha visto la partita, o quasi, grazie a Sportube
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.