Tempo di lettura: 3 minuti

tabella PREC MATERA LECCE pptxLECCE (di Italo Aromolo) – Matera-Lecce, alla ricerca del gol perduto. Non è una sfida che promette spettacolo quella tra giallorossi salentini e biancazzurri lucani e non solo perché ad affrontarsi saranno due tra gli attacchi meno prolifici del campionato, con appena 5 gol realizzati dai padroni di casa (peggior attacco del torneo) e 9 dagli ospiti (uno degli ultimi tra le formazioni di vertice). C’è anche una statistica d’archivio a sollevare qualche dubbio sulla spettacolarità di una gara da sempre avida di emozioni: scorrendo la tabella a lato, balza agli occhi come nessuno degli undici precedenti si è concluso con più di due reti all’attivo (per un totale di appena 9).

Tre degli ultimi cinque sono terminati 0-0 e addirittura il Matera non segna un gol nelle gare interne contro il Lecce da oltre 40 anni: l’ultima volta è stato il centrocampista Luigi Boccolini a regalare un successo per 1-0 di fronte ad oltre 3mila tifosi venuti dal Salento (era il 1972), ma da allora in poi il Lecce è venuto a giocare allo stadio “XXI Settembre per cinque volte e in altrettante ha mantenuto inviolata la sua porta.

Livorno-Nocerina serie BLa più recente è quella dello scorso settembre, quando il Lecce di mister Franco Lerda cercava il pass per i piani alti della classifica dopo la sconfitta-shock contro la Lupa Roma e la successiva vittoria interna sul Barletta. La squadra dei vari Miccoli, Lopez e Mannini faticò non poco contro un brillante Matera, capace di dare ampi assaggi di quell’interpretazione del 3-4-3 che tanto bene portò alla gestione Auteri. Furono proprio i padroni di casa a sfiorare il vantaggio con una traversa di Letizia, poi pareggiata nel computo delle occasioni da un tiro ravvicinato di Miccoli finito di poco a lato. La gara si chiudeva con un nulla di fatto (0-0) e qualche mugugno di troppo da parte dei circa 400 sostenitori leccesi, più delusi per la mancata vittoria che soddisfatti per il punto preso.

Finì a reti bianche anche l’edizione di Matera-Lecce 1979/’80, unica disputata nel campionato di Serie B. Si trattava di un annata storica per il sodalizio lucano, che sotto la presidenza di Franco Salerno partecipava per la prima volta al campionato cadetto. Ma il pur prestigioso punto conquistato contro il Lecce non serviva ad evitare l’ultimo posto in classifica e l’immediato ritorno in terza serie per i lucani, mentre i giallorossi di mister Bruno Mazzia si salvavano al rotto della cuffia con soli due punti vantaggio sul quart’ultimo posto.

Matera-Lecce della stagione 1974/’75 è uno dei precedenti più significativi in termini statistici, perché la decima delle 21 gare di campionato in cui il portiere del Lecce Emmerich Tarabocchia mantenne inviolata la sua porta: con il successo a domicilio del “XXI Settembre” (1-0 a firma del centrocampista giallorosso Flavio Del Barba), il baffuto portiere croato poté prolungare quell’imbattibilità che sarebbe arrivata alla cifra-record di 1.791 minuti.

Il bilancio complessivo dei precedenti ufficiali tra Matera e Lecce (fatto assai raro per le gare esterne) è favorevole alla formazione giallorossa, che per 3 volte ha portato a casa l’intera posta in palio. Il Matera si è imposto in 2 occasioni, mentre sono 6 le gare terminate in pareggio. Matera-Lecce si è giocata prevalentemente in Serie C (8 i precedenti). La Serie B, la IV serie e la Coppa Italia hanno ospitato un solo match a testa. Il bilancio-gol sorride ancora al Lecce, che ha realizzato 5 gol, subendone 4.

Calcio e storia: accadeva che… Di solito, alcuni fatti storici che si sono intrecciati con la storia di Matera-Lecce. Durante il primo Matera-Lecce (anno 1955), accadeva che:

  • Viene inaugurata la prima metropolitana italiana (Linea B a Roma).
  • Nasce la Fiat 600.
  • Arriva il primo forno a microonde domestico.
  • Viene firmato il Patto di Varsavia.
  • Winston Churchill si dimette da primo ministro del Regno Unito.
  • Nascono Kevin Costner, Fiorello, Bill Gates, Steve Jobs e Gene Gnocchi.
  • Muoiono Albert Einstein e Alexander Fleming.
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.