Tempo di lettura: 4 minuti

leccezionale.itLECCE (di Italo Aromolo) – Non c’è statistica che tenga al cospetto di Google. Il popolarissimo motore di ricerca è forse il solo modo per denudare l’influenza di una realtà in un contesto: più una parola è cliccata, più persone la cercano, più interesse c’è attorno. Non c’è trucco e non c’è inganno, perché se nel censire gli abitanti di una città ci sarà sempre la variabile “fuori sede”, o similmente quella “spettatori televisivi” nel determinare l’impatto mediatico di un evento, Google uniforma la propria accessibilità a livello mondiale, rendendosi scientificamente indipendente da chi, dove, quando e perché abbia deciso di farne uso. Tutto è costantemente monitorato ed è la stessa azienda statunitense a mettere a disposizione dei propri utenti un software per verificarlo: si tratta di Google Trends, indicatore dei valori di ricerca fatti registrare da una voce in un dato arco di tempo e in una data regione di spazio.

Abbiamo ingaggiato Google Trends con l’argomento “U.S. Lecce – Soccer club”, selezionando come periodo di tempo gli ultimi undici anni (il massimo a disposizione) e come regione prima la Puglia, poi l’Italia e infine l’intero mondo. Abbiamo quindi fatto un confronto con la voce “Fc Bari 1908”, perché se derby deve essere è giusto che lo sia anche a colpi di click. Prima di passare all’analisi dei risultati, è bene entrare nell’ottica di ragionamento dell’algoritmo: attribuisce il valore di 100 al parametro migliore per poi identificare gli altri come percentuali del primo, dunque fornendo dati relativi e non assoluti.

LE QUERY – Il primo grafico generato ci illustra quali sono le “query” più ricercate all’interno del singolo argomento Lecce, per intenderci le esatte parole che il tifoso va a scrivere sulla barra di ricerca. Quelle che nell’ultimo decennio hanno riscontrato il maggior numero di indirizzamenti non potevano che essere le più generiche, ovvero “us lecce calcio” e “lecce calcio”, seguite invece da temi piuttosto specifici come la digitalizzazione del tifo (“Us Lecce facebook”) e le news di calciomercato (“calciomercato Lecce”).

Query Lecce GTrend
Grafico 1 – Le query

LA GEOGRAFIA- La seconda tabella suddivide i risultati per città: il principale focolaio di ricerca è ovviamente Lecce, ma è sorprendente come Brindisi e Taranto gli si collochino solo pochi punti percentuale dietro (rispettivamente con il 94% e 86%). Vuoi per rivalità, vuoi per semplice curiosità, anche il popolo barese raggiunge buoni risultati con un abbondante 20%: il che significa che, per ogni 15 persone che si interessano della formazione giallorossa tra Lecce, Brindisi e Taranto, circa una lo fa a Bari e dintorni. La prima città al di fuori dei confini regionali è Roma, che con un 4% si pone di poco avanti a Milano e Bologna, entrambe appaiate al 3%.

Città Puglia GTrend
Grafico 2 – Ricerca per città

La classificazione per regioni (terzo grafico) riprende per certi versi quella appena citata: al primo posto abbiamo la Puglia, seguita dal Lazio (10%), dalla Lombardia (7%) e dall’Emilia Romagna (7%). E a livello mondiale, in quanti parlano del Lecce? Purtroppo la sensibilità del software permette di rilevare solo le ricerche effettuate in Germania, che con il 4% è la prima nazione al mondo per interesse ai colori giallorossi.

Regioni Lecce GTrend
Grafico 3 – Ricerca per regioni

UN CONFRONTO NEL TEMPO – L’andamento della ricerca nel corso degli ultimi undici anni è stato fortemente influenzato dai risultati sportivi, che di anno in anno hanno plasmato variamente gli umori della piazza e con essi la “voglia” di Lecce. Così, il nostro tracciato informatico (quarto grafico, linea blu) ha fatto registrare i due picchi massimi in corrispondenza delle esaltanti stagione di mister Zdenek Zeman (2005) e Giuseppe Papadopulo (2008). Nonostante l’esplosione dell’informazione online nell’ultimo quinquennio, la caduta della squadra in Lega Pro ha bollato quello attuale come periodo di minimo interesse storico per la formazione salentina, crollata a punteggi inferiori di circa sei volte a quelli raggiunti in passato.

Per sette degli undici anni presi in considerazione, il Bari ha fatto registrare valori di ricerca inferiori a quelli del Lecce (quarto grafico, linea rossa). Tuttavia, gli straordinari picchi d’ascolto relativi al biennio Conte-Ventura (2009-2011) e alla stagione dell’avvicendamento societario Matarrese-Paparesta (2014) pongono i “galletti” complessivamente in vantaggio rispetto alla formazione giallorossa per numero di click.

Lecce Bari GTrend
Grafico 4 – Confronto nel tempo tra Lecce (blu) e Bari (rosso)

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.