Tempo di lettura: 6 minuti
gallipoli lecce
I tifosi leccesi al “Bianco”

GALLIPOLI (di Gabriele De Pandis) – Dopo i due precedenti ufficiali giocati nella stagione 2009-’10 in Serie B, entrambi disputati al “Via del Mare“, Gallipoli e Lecce si incrociano per la prima volta allo stadio “Antonio Bianco” di Gallipoli. La squadra di mister Antonino Asta per affinare i meccanismi in vista del campionato di Lega Pro, il Gallipoli invece è ancora un cantiere aperto in vista del prossimo campionato di Serie D.

Il Lecce scende in campo adottando il modulo tattico del 4-3-1-2: Benassi in porta, Lo Bue a destra, Vinetot e Kalombo centrali, Liviero a sinistra; centrocampo con Suciu, Papini e De Feudis; Surraco dietro le punte Moscardelli e Curiale.

Il Gallipoli si oppone con un 4-3-3: Calderaro, Cerquetani, Rosato, Senkal, Lorusso; Lai, Mbida, Portaccio; Negro, Cris, Martena.

Un buon Lecce, specialmente nel primo tempo, vince per 7-1. Buon test per Pessina e Surraco, molto bene Curiale, altalenante Vècsei. Il migliore in campo è stato Liviero. Vanno in gol al 9° e al 29° Curiale, al 22° Surraco al 25° Moscardelli nel primo tempo, mentre nel secondo tempo dopo il gol del Gallipoli al 49° con Legari, segnano al 64° Carrozza e poi all’87° e 89° Rosafio. Presenti in tribuna per l’U.S. Lecce i dirigenti Saverio Sticchi Damiani e Corrado Liguori.

gallipoli lecce
Un contrasto tra Surraco e Mbida

PRIMO TEMPO – La squadra di Asta parte forte e, dopo appena 9 minuti, passa in vantaggio: Moscardelli serve Curiale sul filo del fuorigioco, scatto e tiro angolato dell’ex Trapani che infila Calderaro. Il Gallipoli cerca il pareggio e 2 minuti dopo ecco una buona verticalizzazione di Mbida per Martena ma Benassi esce bene; un minuto ancora e Martena ci prova con un tiro secco sul primo palo ma la sfera termina fuori. Il Lecce fatica a fraseggiare centralmente, mentre il Gallipoli gioca bene sull’asse di sinsitra. Al 14° Scambio tra Martena e Lorusso con cross del terzino disinnescato da Benassi. Surraco prova ad essere al centro della manovra ma la marcatura del Gallipoli chiude bene ogni sua idea. Al 21° il Lecce ritorna pericoloso: Papini mette in movimento Curiale che sfugge a Rosato, entra in area, e tenta un pallonetto parato facilmente da Calderaro. Un minuto dopo arriva il gol del raddoppio: ottima triangolazione Curiale, Moscardelli e Surraco con un destro potente ad incrociare dell’uruguaiano che gonfia la rete.

Il Gallipoli prova a rialzare la testa e si rende pericoloso al 24° con Cris che prova il tiro dai 20 metri ma Benassi para. Tris del Lecce al 25°: Liviero crossa dalla sinistra e Moscardelli in torsione, di testa, impatta la sfera che termina all’angolino sinistro di Calderaro. I padroni di casa calano e il Lecce, con un gol fotocopia del 3-0, sigla il poker al 29°: Liviero crossa da sinistra e Curiale sfrutta le marcature dozzinali della difesa gallipolina e di testa segna ancora. Da segnalare gli applausi di incitamento a Max Benassi da parte dei tifosi presenti.

Il Gallipoli basa le proprie idee sui tempi di Lai e sulle percussioni di Negro che però sono subito bloccata dai difensori giallorossi. Buona la prestazione di Liviero in entrambe le fasi. I padroni di casa ci provano al 36° con Lai che da fuori lascia partire un buon tiro ma Benassi si accartoccia e para. Il Lecce cerca il quinto gol con Curiale al 40° che ci prova da fuori ed impegna Calderaro che non trattiene ma ci pensa Sekal ad evitare l’intervento di Moscardelli. Poi in chiusura di tempo ci prova Moscardelli con un gran tiro dai 25 metri che termina di poco alto sulla traversa.

gallipoli lecce
Il gol della bandiera del Gallipoli realizzato da Legari

SECONDO TEMPO – Nel secondo tempo i mister rivoluzionano tutto. Asta mantiene il modulo, Lo Bue e Liviero, e manda in campo: Perucchini; Lo Bue, Beduschi, Legittimo, Liviero; Lepore, Monaco, Pessina; Vècsei; Rosafio, Carrozza. Il Gallipoli invece schiera Gabrieli, Cerquetani, Foschini, Senkal, Rosato, Carrozza A., Iurato, Moi, Cris, Mariano, Legari.

A partire forte questa volta sono i padroni di casa che al 49° potrebbero andare in gol ma un grande Perucchini, con una parata sontuosa in tuffo sulla propria sinistra, nega il gol a Legari che aveva disegnato un bel tiro a giro. Il gol per il Gallipoli è nell’aria ed arriva poco dopo su calcio di rigore assegnato dall’arbitro per un fallo di Rosafio, dal dischetto capitan Legari non sbaglia e porta il risultato sul 1-4.

Al 64° arriva il quinto gol del Lecce, lo sigla Carrozza di testa su calcio d’angolo. Quattro minuti dopo doppio cambio nel Lecce: Abruzzese e Salvi al posto di Lo Bue e Liviero. Al 70° prorompente slalom di Bàlint Vècsei che colpisce il palo. Un minuto dopo ci prova Carrozza: entra in area, dribbla due difensori e dall’area piccola conclude su Gabrieli che si salva.

liviero lecce gallipoli
Matteo Liviero, difensore del Lecce

Il Lecce continua a giocare e vorrebbe il sesto gol: al 76° Carrozza crossa per Vècsei che di testa spedisce la sfera alta. Buona la manovra a centrocampo tra Pessina e Lepore, appare invece un po’ in difficoltà Legittimo. Al 75° Bleve sostituisce Perucchini ed all’81° rientra Kalombo ed esce Salvi. Gli ospiti fraseggiano bene a centrocampo con Vècsei e Pessina che, su indicazione di Asta, si scambiano spesso la posizione in campo. Al minuto 82 il Gallipoli cerca di accorciare le distanze con Legari su calcio di punizione ma Bleve para senza problemi. Tre minuti ancora e ci prova pure Iurato dal limite dell’area di rigore ma Bleve c’è ancora. Passa appena un minuto e Vècsei spreca un calcio di punizione da buona posizione calciando debole e centrale.

Quindi, nel finale il Lecce dilaga con una doppietta di Rosafio: al 87° sfrutta uno svarione della difesa e si invola, dribbla Gabrieli e insacca; due minuti dopo arriva uno spiovente di Legittimo, la difesa gallipolina respinge male e dal centro dell’area al volo gonfia la rete. Di fatto la gara si chiude qui anche se al 90° Lepore cerca il gol sul primo palo ma la sfera si spegne fuori.

Termina 7-1 per il Lecce. Lepore chiama i compagni e tutti insieme vanno a salutare i tifosi giallorossi (leccesi) presenti  al “Bianco“.

TABELLINO:

GALLIPOLI–LECCE 1-7

GALLIPOLI(4-3-3): Calderaro; Cerquetani, Rosato, Senkal, Lorusso; Lai, Mbida, Portaccio; Negro, Cris, Martena. All.Stravato

GALLIPOLI 2° tempo: Gabrieli, Cerquetani, Foschini, Senkal, Rosato, Carrozza A., Iurato, Moi, Cris, Mariano, Legari. All. Stravato

LECCE 1° tempo (4-3-1-2): Benassi; LoBue (68° Salvi), Vinetot, Kalombo, Liviero (68° Abruzzese); Suciu, De Feudis, Papini; Surraco; Moscardelli, Curiale. All. Asta

LECCE 2° tempo (4-3-1-2): Perucchini (75° Bleve); Lo Bue, Beduschi, Legittimo, Liviero; Lepore, Monaco, Pessina; Vècsei; Rosafio, Carrozza.

MARCATORI: 9° e 29° Curiale (L), 22° Surraco (L), 25°Moscardelli (L); 49° Legari (G) su rig., 64° Carrozza (L); 87° e 89° Rosafio (L).

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.