Tempo di lettura: 2 minuti

Leccezionale.itLECCE (di Carmen Tommasi) – L’incubo per i tifosi giallorossi finalmente è finito: l’U.S. Lecce è stata acquistata dalla cordata “romano-salentina” capeggiata dall’avvocato leccese Saverio Sticchi Damiani ed il futuro del club di Piazza Mazzini non è più in forse. L’ultimo mese è stato terribile e pieno di ansie per chi tiene ai colori giallorossi, con la paura del fallimento e della non iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro. Abbiamo chiesto ad alcuni affezionati e fedeli tifosi salentini, quale sia il loro stato d’animo dopo la lieta notizia.

Emiliano Curlante: “La nuova proprietà? Chiunque essi siano (c’è ancora il più stretto riserbo sui nuovi proprietari, ndr) devono subito fare una cosa: programmi e serietà societaria, cosa che è mancata ai Tesoro. Buona fortuna ai nuovi imprenditori ed a tutti i tifosi”.

Eugenio Losavio freme per vedere all’opera la nuova proprietà: “Dopo tre anni in cui la famiglia Tesoro ha fallito l’obiettivo promozione, ha fatto bene a lasciare poiché qualcosa non ha funzionato. Spero che la nuova cordata riesca a riportare il Lecce nel palcoscenico che merita”.

Stefania Centonze sorride e spera di farlo ancora per tante altre vittorie del suo amato Lecce: “Io non posso che essere contenta e fiduciosa. Spero che facciano bene e che riportino a Lecce l’entusiasmo dei giorni migliori. Un grosso in bocca al lupo”.

Antony Picciolo prova a pensare positivo, senza rimpiangere il passato: “Spero solo che la squadra rimanga compatta per poter risalire la china. E spero che chi ha comprato la società pensi in primis alla squadra”.

Alessandro Fedele confida nella professionalità del noto legale leccese che ha portato avanti la trattativa: “Sono convinto e consapevole del fatto che l’avvocato Sticchi Damiani abbia scelto persone serie e competenti alle quali affidare le sorti del nostro Lecce, con un progetto serio e lungimirante. Colgo l’occasione per ringraziare, pubblicamente, la famiglia Tesoro per l’impegno profuso”.

Massimo Musca tira, invece, un sospiro di sollievo per la lieta novella: “Io mi sento di ringraziare chi ci ha permesso di disputare tre campionati di vertice pur non riuscendo a centrare l’obiettivo. Un in bocca al lupo alla nuova società sperando vivamente che raggiunga l’obiettivo che tutti noi ci auguriamo”.

Anche Marina Martina, infine, prova a guardare al futuro con ottimismo: “Sono un po’ triste per come si è conclusa l’avventura dei Tesoro qui a Lecce: sia per noi che per loro, sono stati tre anni difficili, lunghi e pesanti. Quando finisce una storia d’amore (e il calcio per chi lo ama é quello) si rimane sempre con un po’ di rimpianto ma la vita va avanti e speriamo che la nuova società abbia un progetto serio e preciso per portare di nuovo il nostro Lecce dove merita di stare! Ad maiora”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.