Tempo di lettura: 2 minuti

PugliaTeam2Il Puglia Team che ha vinto il girone di “regular season” del campionato di football americano, affronteranno in semifinale in terra calabra l’ostica compagine degli Highlanders per tentare di aggiudicarsi la qualificazione alla finale del girone Sud che permetterà l’accesso alla finale nazionale in programma a luglio.

Nel Puglia Team sono presenti anche i ragazzi salentini dei Dragons.

A poche ore dalla sfida di Catanzaro, Gabriele Di Gennaro head coach dei Salento Dragons fa il punto della situazione: “Il progetto Puglia Team ha origini lontane che risalgono al 2012 ma che al tempo non fu realizzato perché, prima di vivere questo momento di forte crisi economica, tutti i team riuscivano, se pur con qualche difficoltà, a partecipare al campionato di terza divisione. Quest’anno purtroppo, a causa dei molteplici problemi di organico che hanno interessato la nostra associazione,  e soprattutto a causa della mancanza di uno sponsor a garanzia di quella sicurezza necessaria per intraprendere un percorso di campionato, abbiamo optato per la fusione con altri team pugliesi con i nostri stessi problemi. Da qui nasce il Puglia Team, che non nasce con l’intento di affondare o distruggere le realtà locali bensì per creare quella coesione tra team che da tempo mancava in Puglia. Con questo progetto abbiamo voluto dimostrare che, malgrado i chilometri di distanza, si può riuscire a lavorare e far bene . Domani andremo ad affrontare i primi della classe reduci da un 7-0 in regular season. I Nostri ragazzi sono carichi e sanno benissimo che il risultato di domani dipenderà molto dalla concentrazione che avranno in campo. Sento di dire che indipendentemente dal risultato, noi abbiamo già vinto perché siamo riusciti ad unire tre città calcisticamente in lotta, andando contro quegli stupidi preconcetti che purtroppo ancora in molti hanno. Il nostro obiettivo era e rimane quello di praticare sport indipendentemente da condizionamenti esterni che con lo sport non hanno nulla a che vedere. Continueremo a divertirci e a diffondere questo magnifico sport”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.