Tempo di lettura: 2 minuti

napoliLa Svicat perde con onore in casa della Partenope, tornando a casa con un punto che fa ben sperare in ottica futura. Partono benissimo i padroni di casa che, nel giro di dieci minuti, realizzano e trasformano due mete, portandosi sul 14-0.

La Svicat reagisce e trova la prima meta di giornata con Francesco De Gioia, bravo a mettere a frutto un’azione in velocità dei suoi compagni. Il match si infiamma e le due compagini trovano ancora la via per andare in meta: per gli evergreen ci pensa Giuseppe Cuscito ad accorciare le distanze riuscendo ad eludere la difesa campana prima di regalare cinque punti (divenuti sette poi grazie al piazzato di Peens). La Partenope non ci sta e trova la quarta meta di giornata, portando il risultato sul 28-12.

A pochi secondi dalla fine del primo tempo, arriva poi la meta di Simone Rapanà che riceve palla da un suo compagno e con forza schiaccia l’ovale oltre la linea di meta dei biancazzurri. La prima fazione però si chiude con la quinta meta della Partenope che va al riposo sul 33-19.

Il secondo tempo si apre con la quarta meta dei salentini realizzata da Fabio Pagliara che, una volta ricevuto l’ovale, si invola sulla fascia eludendo l’azione difensiva di due avversari prima di portare il parziale sul 33-25, divenuto poi 33-26 in seguito al piazzato di Peens.

La Partenope reagisce e trova due piazzati vincenti che fissano il punteggio sul 39-26, prima che Peens lo porti sul 39-29. Il match si avvia alla conclusione quando la Partenope trova la sesta meta di giornata (poi non trasformata) che porta il risultato sul definitivo 44-29.

Fabrizio-Camilli-02
Fabrizio Camilli

A fine partita arriva il commento di Fabrizio Camilli, Presidente degli evergreen: “Bella partita dei miei ragazzi; ci hanno messo il cuore. Il discorso salvezza è ancora aperto e noi andremo a Roma, in casa della Capitolina, per continuare la nostra rincorsa. Vogliamo giocarci le nostre chances nell’ultima partita in casa contro il Padua Ragusa: i quattro punti persi all’andata gridano ancora vendetta e a riguardo potrebbero esserci delle novità a fine campionato. Il migliore in campo? Sicuramente il Sig. Russo (direttore di gara, n.d.r.): ha diretto il match con grande caparbietà. Fa piacere che la Federazione abbia anche arbitri così”.

 

Nota – Questo comunicato è stato pubblicato integralmente così come è giunto in Redazione . Pertanto questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di “Leccezionale”.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.