Tempo di lettura: 3 minuti
Lecce in gruppo
Sabato il Lecce ospita l’Aversa Normanna

LECCE (di Carmen Tommasi) – E adesso non si può più davvero sbagliare o aggirare l’ostacolo: bisogna tentare di vincerle tutte, evitare passi falsi e guardare esclusivamente verso l’obiettivo play-off. Il Lecce di Alberto Bollini, costruito in estate con l’obiettivo di “ammazzare” il campionato, ad otto partite dalla fine della stagione dell’arduo Girone C, si trova sesto in classifica, con due allenatori già esonerati (Lerda e Pagliari) e con il desiderio di dare una svolta definitiva ad una stagione tra alti e bassi, senza mai una vera continuità di risultati e di gioco. Sabato pomeriggio, dopo le due sconfitte consecutive, i giallorossi ospiteranno l’Aversa Normanna al “Via del Mare” con l’unico obiettivo dei 3 punti, il solo possibile.

DATI AGRO-DOLCI – In 30 gare disputate dall’inizio della stagione, Miccoli e soci hanno collezionato 15 vittorie, 6 pareggi e 9 sconfitte, con 51 punti conquistati: 38 gol totali segnati e 27 subiti. Il trend casalingo è più che positivo con 11 gare vinte, 2 pareggi e 2 sconfitte (24 reti messe a segno davanti al pubblico amico e 10 subite). Mentre fuori casa i giallorossi hanno quasi sempre lasciato a desiderare: con 4 partite vinte, 4 pareggiate e ben 7 perse con 14 gol segnati e 17 subiti. La difesa comandata dal gigante bergamasco Nicholas Caglioni è una di quelle meno perforate del Girone C, quart’ultima insieme alla Juve Stabia per reti subite. Mentre il reparto avanzato si piazza al settimo posto come potenziale offensivo.

TREND-BOLLINI – In 7 partite dall’arrivo nel Salento del tecnico di Poggio Rusco sono arrivate 4 vittorie e 3 sconfitte per 12 punti totali messi in cassaforte. Sei gol fatti e solo 4 subiti con l’allenatore mantovano in panchina: di queste sette gare in casa ne sono state vinte 3 (Savoia, Melfi e Juve Stabia), persa una con la Salernitana e vinta un’altra fuori casa con la Paganese per 2-0. In trasferta sono arrivati i k.o. di misura a Cosenza e Caserta. Al momento, il Lecce si trova fuori dalla zona play-off, con 51 punti che garantiscono solo il sesto posto, poiché nella trentesima giornata è stato superato in classifica anche dal Matera (53 punti) vincente a sorpresa, 1-0, sulla capolista Salernitana.

PLAY-OFF A RISCHIO – Restano, dunque, appena 8 battaglie da qui alla fine della stagione con l’unico obiettivo, come già detto, dei play-off. In casa, sabato 22 marzo, i giallorossi affronteranno i campani, per poi vedersela in trasferta contro il Catanzaro. Lecce-Benevento sarà il big match in programma il 2 aprile per la 14esima giornata; subito dopo i salentini saranno ospiti del Melfi e nella sedicesima giornata ci sarà quindi il derby “atipico” Lecce-Foggia. Alla 17esima ecco un altro scontro tra corregionali, Martina Franca-Lecce, mentre alla penultima giornata ci sarà Lecce-Ischia e all’ultima stagionale Papini e compagni saranno ospiti della Vigor Lamezia. Un calendario non del tutto ostico per i giallorossi, con l’unico scontro diretto (quello con il Benevento) ma, si sa, che nel girone C l’ostacolo è sempre dietro l’angolo. Ed allora, la filosofia deve essere sempre quella di guardare “partita dopo partita con l’unica mission che resta quella di evitare altri, eventuali, deleteri passi falsi.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.