Tempo di lettura: 2 minuti

meteo_13_itLECCE – “Si apre una parentesi di tempo più stabile su gran parte d’Italia salvo ancora qualche nota instabile all’estremo Sud”: lo conferma e lo spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: “La pressione è infatti in aumento e questo favorirà sole prevalente fino a venerdì, sebbene con cieli non sempre ovunque sereni; all’estremo Sud avremo infatti ancora la possibilità di qualche occasionale pioggia o rovescio ed in particolare su Salento, Calabria e Sicilia orientale. Le temperature saranno altresì in aumento, con punte di oltre 17-18°C in particolare su Valpadana, specie centrale, e sulle regioni tirreniche. Tra le città più miti Milano, Genova, Firenze, Perugia, Roma, Napoli; qualche grado in meno invece lungo le adriatiche ed in genere al Sud complice anche una residua ventilazione dai Balcani”.

Dove si potrà vedere bene l’eclissi di Sole venerdì – “L’eclissi, che ricordiamo sarà parziale con una riduzione fino a quasi il 70% al Nord e fino al 50% al Sud dalle 9:30, sarà visibile su buona parte d’Italia grazie alla presenza di ampi spazi di sereno  -aggiunge l’esperto-. In particolare saranno favoriti il Centrosud peninsulare, la Liguria, l’Emilia Romagna e le Alpi di confine, dove i cieli saranno sereni o al più poco nuvolosi. Qualche nube in più potrà invece interessare le Isole Maggiori ed in particolare i versanti orientali, la bassa Calabria jonica ed in generale Alpi meridionali, Prealpi, pedemontane, Piemonte e pianure a nord del Po, dove localmente purtroppo i cieli potranno essere a tratti anche molto nuvolosi”.

“Nel weekend si profila invece un nuovo peggioramento” –avverte Ferrara- “per una perturbazione in arrivo da Ovest e che raggiungerà il nostro Paese sabato con piogge e rovesci ad iniziare da Nordovest e centrali tirreniche, in estensione anche al resto della Penisola entro domenica. I fenomeni potranno risultare localmente intensi e anche a carattere temporalesco, accompagnati da un calo delle temperature, dal ritorno della neve su Alpi ed Appennino e infine da un deciso rinforzo del vento”

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.