Tempo di lettura: 3 minuti
mangiapane gallipoli
Benedetto Mangiapane

GALLIPOLI (di G. De Pandis) – Sfruttare l’onda lunga del successo casalingo sul San Severo per provare a chiudere il discorso salvezza prima di un ciclo di partite infernali. Il Gallipoli si prepara alla vicina trasferta di Grottaglie, dove ad attendere il Gallo ci sarà una squadra assetata di punti per uscire dalla zona play-out. La partita del “D’Amuri“, contro la compagine che consegnò la prima sconfitta sul campo della stagione, è il preludio del trittico di incontri che vedrà arrivare al “Bianco” le due corazzate del campionato Fidelis Andria e Rossoblù Potenza; tra le due sfide proibitive, la trasferta dello “Iacovone” di Taranto, accostamento che evoca bei ricordi nelle menti dei supporters gallipolini.

Avversari– La squadra di mister Pizzonia, ex calciatore del Brindisi in Serie C, ha sopperito al meglio ad un inizio di campionato condizionato dalla crisi economica che ha permesso l’inizio della stagione agonistica solo il 4 agosto. Dopo il salto da 5 a 14 punti in cinque giornate, tra la settima e l’undicesima, il rallentamento di rendimento ha sancito il massimo obiettivo stagionale della squadra grottagliese, ossia il raggiungimento della salvezza senza passare per i play-out. La flessione, interrotta con il successo casalingo sul Francavilla in Sinni alla 18° è stata accompagnata dai due passaggi a vuoto contro Bisceglie e Brindisi, preludio all’ultima accelerazione concretizzata con il pari di Scafati e la vittoria del “D’Amuri” sul Monopoli. Nella scorsa partita, il Grottaglie ha fallito un importante scontro diretto in chiave salvezza, cedendo il passo al Pomigliano che, grazie al 2-0, ha avvicinato proprio la squadra della città delle ceramiche a quota 22. Domani, con Prete squalificato, le insidie per la difesa del Gallipoli dipenderanno dal rendimento dei tre elementi dell’attacco grottagliese, Facecchia, Bongermino e Faccini, capocannoniere di squadra a quota 6 reti.

Defezioni e baby– Al “D’Amuri” l’allenatore-giocatore Benedetto Mangiapane non potrà contare su Ugo Gabrieli e Alessandro Lorusso, entrambi bloccati in settimana dall’influenza. Si prospetta quindi il ritorno tra i pali per Giovanni Costantino, guardiano della porta del primo Gallipoli stagionale. Segnali importanti potrebbero arrivare da Mattia Negro, tornato pienamente in gruppo insieme all’altro rientrante Marco Cortese dopo l’infortunio patito col Francavilla in Sinni. Tra i convocati spiccano le chiamate di tre elementi della Juniores di mister Acquaviva, vincitrice 4-1 oggi pomeriggio nella sfida al vertice contro i pari età della Fidelis Andria: il portiere Casalino, il difensore Giannotta e l’attaccante Luca (già più volte in panchina) potrebbero essere gettati nella mischia qualora fosse necessario. Il Gallipoli ed i suoi giovani, sempre al centro del nuovo corso societario che, conquistata la salvezza, non vede l’ora di guardare al futuro.

I ventuno convocati di mister Benedetto Mangiapane per la partita di domani, con fischio d’inizio alle ore 14:30:

Portieri: Casalino (’97), Costantino (’94);

Difensori: Berteina (’95), Cornacchia, Giannotta (’97), Gigante (’96), Levanto (’94), G. Rizzo, P. Rizzo, Rosato;

Centrocampisti: Cortese (’95), Legari, Marangon, Mariano (’95), Mbida, Santonocito;

Attaccanti: Di Maira (’94), Luca (’96), Mingiano (’95), Negro (’95), Sopcic.

Sarà Gabriele Citarella della sezione di Matera a dirigere Grottaglie-Gallipoli, incontro valido per la settima giornata di ritorno del Girone H. I suoi assistenti saranno, invece, Diego Di Tondo e Pierangelo Pellegrini, entrambi della sezione di Barletta.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.