Tempo di lettura: 3 minuti

esultanza Lecce-Barletta 1-0 6-9-2014LECCE (di Pierpaolo Sergio) – Ancora una volta il Lecce ha la ghiotta occasione di giocare un match conoscendo i risultati delle dirette concorrenti nella lotta per la promozione finale in Serie B. Il posticipo di questa sera contro il Messina, in caso di successo dei salentini, porterebbe la formazione di mister Alberto Bollini in piena zona play-off, permettendo di accorciare il distacco dalla Salernitana che venerdì aveva inaugurato il 26esimo turno di campionato impattando allo stadio “Arechi” 2-2 con il Foggia e di distanziare la Casertana che ieri è finita ko a Matera per 2-1.

La giornata appena trascorsa del Girone C di Lega Pro ha fatto registrare l’ennesima affermazione della capolista Benevento ai danni di un buon Melfi, battuto solo al 90° da una rete di Eusepi. Gli “Stregoni” di mister Fabio Brini accennano così un tentativo di fuga, avendo messo tra se stessi e la seconda in graduatoria (la Salernitana) 4 lunghezze.

A continuare l’esaltante testa a testa per la terza posizione ci ha poi pensato la Juve Stabia, vincitrice nel derby con la Paganese per 2-0 e diretta interessata all’esito della sfida di oggi al “Via del Mare” per capire se sarà riuscita o meno a mettere a distanza i salentini. Le “Vespe” sfruttano il fattore-campo al meglio e si scrollano di dosso ansie e timori dopo i tre pareggi di fila nelle scorse partite. Certo, lo svantaggio dalla squadra di un sempre contestato mister Menichini resta di 7 punti, mentre la vetta è distante addirittura 11 punti.

Segna il passo, invece, la Casertana, altro club in lotta per un posto negli spareggi-promozione. I campani sono stati battuti in trasferta da un ottimo Matera che si è così riportato sotto in classifica proprio ai rossoblù ed al Lecce (che però ha una gara in meno). Sconfitta interna per il Barletta alle prese con la complicata situazione societaria ad opera della Lupa Roma (0-2) nel giorno in cui, più che il risultato, resterà nella memoria dei tifosi biancorossi l’immagine cdi mister Sesia commosso in Sala Stampa nel dopo-gara mentre commentava il difficile momento del club nord pugliese.

Da segnalare in coda gli importanti successi del Cosenza nel derby calabrese con la Reggina (2-0) e dell’Ischia (2-0) sul Savoia di Aldo Papagni; degna di nota pure l’impresa della “cenerentola” Aversa capace di rifilare 3 reti ad un ridimensionato Catanzaro oramai rassegnato a recitare un ruolo marginale ed anonimo, nonostante le dichiarazioni estive della società, in questo campionato. Pareggio incolore tra Vigor Lamezia e Martina Franca per 1-1 buono almeno a muovere di un punticino le rispettive classifiche.

I risultati del 26° turno:
Aversa Normanna-Catanzaro 3-0
Barletta-Lupa Roma 0-2
Benevento-Melfi 2-1
Cosenza-Reggina 2-0
Ischia-Savoia 2-0
Juve Stabia-Paganese 2-0
Lecce-Messina (stasera ore 20:45)
Matera-Casertana 2-1
Salernitana-Foggia 2-2
Vigor Lamezia-Martina Franca 1-1

Classifica: Benevento 59 punti; Salernitana 55; Juve Stabia 48; Lecce* e Casertana 45; Matera 44; Foggia 43; Catanzaro 39; Barletta 35; Vigor Lamezia 32; Lupa Roma 30; Paganese 29; Martina Franca 28; Melfi, Cosenza e Messina* 25; Ischia 22; Reggina e Savoia 20; Aversa Normanna 18. Melfi penalizzato di 2 punti; Foggia penalizzato di 1 punto; * una partita in meno

Prossimo turno: Benevento-Barletta, Casertana-Lecce, Catanzaro-Vigor Lamezia, Foggia-Ischia, Martina Franca-Lupa Roma, Melfi-Aversa Normanna, Messina-Juve Stabia, Paganese-Cosenza, Reggina-Matera, Savoia-Salernitana.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.