Tempo di lettura: 4 minuti
Bollini
Alberto Bollini

SQUINZANO ( di M.Cassone) – Test amichevole per il Lecce di Bollini questo pomeriggio al Comunale di Squinzano; il mister di Poggio Rusco ha fatto giocare tutti gli uomini a disposizione, tranne Bogliacino, Doumbia e Vinetot che seguono un programma personalizzato,  dimostrando nonostante la facilità dell’esercitazione di aver trasmesso già le sue idee al gruppo che continua a seguirlo, disegnando il suo diktat in campo senza fronzoli ma con determinazione e incisività. La gara si è svolta su due tempi da 45 minuti l’uno contro una selezione di ragazzi della Berretti di Morello e di Allievi di Greco; i protagonisti in campo, compresi i ragazzi non hanno risparmiato nulla agli avversari, incluse le entrate al limite del possibile.

La gara è terminata dopo un festival di bei gol 14-1, con il poker di Embalo, il tris di Herrera, ed una segnatura a testa per Moscardelli, Lepore, Gustavo, Papini, Abruzzese, Miccoli e Manconi per il Lecce e Cavalieri per i baby giallorossi.

PRIMO TEMPO – 4-3-3 canonico per Bollini con Scuffia; Pino, Morello, Beduschi, Di Chiara; Herrera; Filipe; Papini; Lepore, Moscardelli, Gustavo. Morello risponde con un 4-4-2: Chironi; Chiriatti, Quarta, Cassano, Fersini; Pirretti, Moriero, Toscano, Sindaco; Cavaliere, Capristo.

“Verticalizzate, siate veloci, palla al piede avanti…”, ha gridato spesso Alberto Bollini ai suoi; mentre Morello chiedeva ordine e attenzione massima ai ragazzi.

Passano appena due minuti ed arriva il gol di Herrera su una bella azione che si sviluppa sulle fasce; sarà questo il tema di tutto l’incontro. Raddoppia dopo pochi minuti Moscardelli; sul due a zero si vedono belle giocate dei ragazzini che tengono “botta” ai colleghi adulti e resistono fino al 25°, quando Di Chiara vola sulla fascia e serve Herrera che con non sbaglia ed infila, per il 3-0, Chironi. I ragazzini terribili però non si perdono d’animo e dopo due minuti riaprono addirittura la partita accorciando le distanze grazie all’astuzia di Cavaliere che sorprende la difesa. 3-1 ma si spegne qui la foga dell’età e il Lecce dilaga con Lepore al 30° su assist di uno straripante Herrera, Gustavo di testa che raccoglie un cross di Lepore al 34°, con una botta di Papini al 42° e con l’indemoniato Herrera al 43° si chiude la prima frazione sul 7-1.

DSCF5131SECONDO TEMPO – Eccolo si rivede lui, Miccoli, il capitano che con la foga di un ragazzino mette tutto in campo come se giocasse una finale di coppa, eppure sul suo futuro non ha ancora deciso se usare ancora le scarpette oppure carta e penna dietro ad una scrivania. In forma il Romario del Salento, segna e fa segnare e qualcuno dagli spalti grida: “Forza Fabrizio”. Perché il calcio è anche questo, una semplice emozione in un pomeriggio in cui tutto sembrava scontato.

Bollini rivoluziona tutto e disegna un 4-4-1-1 con Chironi; Mannini; Diniz, Abruzzese, Lopez; Salvi, Sacilotto, Moriero (Pino), Embalo; Miccoli; Manconi.

Antonio Tesoro
Antonio Tesoro a bordo campo

Morello manda in campo: Scuffia, De Pascalis, Muci, Bernardini, Turco, Perrone, Chiriatti, Lezzi, Mosca, Maiolo, Rosafio. Passano appena 60 secondi e Miccoli si guadagna una punizione dai 20 metri, calcia accarezzando la sfera che scheggia la traversa. Subito in mostra Manconi che agisce come punta solitaria con alle spalle il fuoriclasse di San Donato. Al 9° minuto è Abruzzese ad andare in gol prima di dare inizio allo show di Embalo che al 15° sigla la prima delle sue prime quattro di giornata. Due minuti dopo arriva la perla su punizione del buon Fabrizio. Poi è Manconi a ricevere da Miccoli e fare centro al 20°. Nove minuti dopo Embalo si procura un calcio di rigore e lo sigla e si ripete in acrobazia segnando un gol bellissimo al 34° e al 36° su assist di Miccoli segna il suo quarto personale e il 14° di giornata per la squadra.

Termina così con l’ottimismo al punto giusto e con una sguardo alla gara di Lunedì sera, certi di poter continuare a far bene.

Presenti sugli spalti Checco Moriero e Matteo Lauriola; in campo invece a seguire la sua creatura c’èra Antonio Tesoro.

Caglioni non ha preso parte all’amichevole ma ha lavorato con Vergallo.

TABELLINO

LECCE-BERRETTI/ALLIEVI 14-1

Primo tempo Lecce (4-3-3): Scuffia; Pino, Morello, Beduschi, Di Chiara; Herrera; Filipe; Papini; Lepore, Moscardelli, Gustavo. All. Bollini

Berretti/Allievi: Chironi; Chiriatti, Quarta, Cassano, Fersini; Pirretti, Moriero, Toscano, Sindaco; Cavaliere, Capristo. All. Morello

Secondo Tempo Lecce (4-4-1-1): Chironi; Mannini; Diniz, Abruzzese, Lopez; Salvi, Sacilotto, Moriero (Pino), Embalo; Miccoli; Manconi. All. Bollini

Berretti/Allievi: Scuffia, De Pascalis, Muci, Bernardini, Turco, Perrone, Chiriatti, Lezzi, Mosca, Maiolo, Rosafio. All. Morello

Marcatori: Herrera(3), Moscardelli, Lepore, Cavaliere (Ber), Gustavo, Papini; Embalo (4), Abruzzese, Manconi, Miccoli

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.