Tempo di lettura: 3 minuti

Lerda mani in tascaSQUINZANO (di Carmen Tommasi) – Non lasciare nemmeno le briciole a favore degli avversari, dare sempre il massimo in ogni partita, scendere in campo con l’atteggiamento mentale giusto e giocare un buon calcio in tutte le gare stagionali. Solo così per il tecnico Franco Lerda si potrà arrivare fino in fondo e con risultati di valore nell’ostico girone C di Lega Pro, e lo dichiara a gran voce l’ex Toro alla vigilia dell’importante derby che il suo Lecce dovrà disputare domani in casa del Foggia allo stadio “Pino Zaccheria”: “Noi abbiamo non una squadra forte, ma di più, anche se nemmeno Benevento e Salernitana scherzano in questo. Facciamo bene le due fasi, quella di possesso e di non possesso, giochiamo, a tratti, molto bene e quando soffriamo ci sappiamo ricompattare a dovere. I ragazzi sono sereni –spiega l’allenatore di Fossano- e hanno l’occhio giusto anche alla vigilia di questo derby, sono fiducioso perché abbiamo preparato bene la partita e sappiamo quello che dobbiamo fare, in una gara che, come sempre, non sarà semplice. I rossoneri? Ci sono tutti i presupposti per una bella partita e sono una squadra che in certi principi ci assomiglia”.

SQUADRA TOSTA – Il Foggia del tecnico Roberto De Zerbi è un avversario, come tutti quelli del girone C, ostico e da non sottovalutare: “Stanno vivendo un ottimo momento, anche grazie alla serie di risultati utili consecutivi da cui vengono. Sono imbattuti in casa e sono una compagine molto solida, dal momento che molti di loro giocano insieme da diversi anni. In più, l’attuale allenatore è stato bravo a cementare ancora di più il gruppo con le sue idee. Come per le altre gare giocate sino ad ora, non sarà una gara semplice. Sono un gruppo-squadra compatto che ripeto è insieme da anni e hanno dei giocatori esperti e da non sottovalutare in tutte le zone del campo, a partire dalla difesa e per finire all’attacco”.

ASSENZE E RITORNI – Il tecnico piemontese ha parlato anche della settimana serena che ha vissuto la sua squadra, della condizione dei giocatori e della tipologia di partita che vuole facciano i suoi ragazzi: “Noi stiamo bene e vogliamo dare continuità alle nostre prestazioni ed ai risultati utili di fila (8, ndr). Credo ci siano tutti i presupposti per renderci protagonisti di una gara di spessore da parte nostra, così come sarà per i nostri avversari. Per quanto riguarda i singoli, dovrò fare a meno dello squalificato Lopez, che verrà sostituito da Donida, un terzino destro bravo a giocare anche sulla corsia sinistra. In mediana riavrò a disposizione dopo la squalifica Filipe Gomes e così a centrocampo abbiamo una possibilità in più. Chi gioca? Ora vediamo. Mancherà Sacilotto, ma in più stiamo recuperando un elemento come Bogliacino, le cui caratteristiche lo rendono importante per la nostra squadra: è un giocatore che ha qualità, senso del gol e che sa dettare i tempi alla squadra”.

QUESTIONE DI TESTA – Ciò che conta, insomma, nel campionato di Lega Pro è la giusta mentalità e l’atteggiamento mentale che capitan Abruzzese e soci devono metterci in ogni singola gara da qui alla fine della stagione: “Come ho sempre detto questo è un campionato molto equilibrato, con tutte le squadre di vertice che stanno andando molto forte. Alla fine sarà la capacità mentale a fare la differenza e chi vuole fare meglio degli altri dovrà non esser mai soddisfatto, non bisogna lasciare per strada nemmeno le briciole. Le partite poi possono andare bene o male, ma si va avanti in questa stagione solo se non si è mai sazi, perchè altrimenti rischi di incontrare l’ultima in classifica e di farti male, lo dico sempre ai miei ragazzi… “.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.