Tempo di lettura: 1 minuto

indexSono arrivati a 12 i decessi su cui l’Aifa sta indagando per individuare eventuali correlazioni con l’assunzione del vaccino antinfluenzale Fluad. Lo si apprende dall’Agenzia del Farmaco. Intanto è salito a sei il numero dei lotti di vaccino antinfluenzale Fluad sospettati di aver provocato diversi decessi in varie regioni italiane. L’Aifa ha affermato che il totale ammonta così a 1.357.399 dosi “sospette”. All’inizio dell’allarme vaccini i lotti sospetti erano due e sono stati prontamente bloccati dall’Aifa, che in queste ore, a quanto si apprende, sta valutando se ripetere lo stesso iter anche per gli altri 4 lotti, per i quali ancora non ci sono casi sufficienti per giustificare statisticamente un ritiro dell’intero lotto.

Contando i 12 decessi attualmente sotto esame, se tutte le dosi di questi 6 lotti fossero state somministrate, la percentuale di decessi passerebbe dallo 0,001% (1,2 ogni 100.00) allo 0,0009% (0,9 ogni 100.00) con una diluizione del 25% del segnale, spiega l’Aifa. Se ne fossero state somministrate anche solo la metà, il numero di decessi sarebbe comunque inferiore di centinaia di volte rispetto a quanto atteso nella stessa popolazione non vaccinata (circa 8.000 all’anno decessi per complicanze dell’influenza).

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha invitato a non fare allarmismo. “Prima di scatenare un allarme dobbiamo avere tutte le evidenze degli esami, i primi test non stanno dando evidenze di una correlazione” tra i decessi di questi giorni e i lotti di vaccino ritirati dall’Aifa -ha detto il ministro a Sky Tg24.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.