Tempo di lettura: 4 minuti
Andrea Presicce, in gol al "Miramare"
Andrea Presicce, in gol al “Miramare”

MANFREDONIA- Un rocambolesco 3-3 regala un solo punto al Gallipoli dopo l’iniziale e formidabile dominio dei giallorossi, in vantaggio sullo 0-3 al 22’ del primo tempo. Grosso rammarico per un Gallo ancora spumeggiante, anche e soprattutto per una serie di sfortune occorse durante l’intero match: il rigore sbagliato da Mino Tedesco, il secondo in due giornate, grida vendetta insieme ai legni colpiti sempre dal bomber brindisino, anche oggi in gol per uno score personale che tocca quota 9 realizzazioni in campionato. La rimonta dei sipontini, caparbi a crederci dopo il pesante passivo e l’espulsione di Vairo al 7’ della ripresa, però è stata premiata anche con un bel po’ di fortuna, poiché il Gallipoli di Volturo è stato padrone del campo e più presente nel tabellino delle occasioni da rete. Al tecnico potentino, nonostante il solo punto strappato al “Miramare”, vanno resi i meriti per i meccanismi di questo Gallipoli, fortissimo sugli esterni con Giuseppe Negro e Presicce pericolosi per ogni avversario.

Giuseppe Negro
Giuseppe Negro

Il 4-3-3 zemaniano di Volturo porta subito al gol: è il sesto minuto quando Negro vince l’uno contro uno contro Addario e mette in rete la sfera dello 0-1 per il tripudio dei circa cinquanta tifosi jonici presenti a Manfredonia. Il Gallo viaggia sulle ali dell’entusiasmo e dopo 3 minuti arriva il raddoppio di Tedesco con un tocco a pochi metri dalla porta. Il Gallipoli gonfia il petto e cerca di far sua la partita già in avvio. L’ottovolante di Volturo porta al tris al minuto 22, con un’azione da applausi per programmazione ed esecuzione: i giallorossi confezionano una manovra ad alto ritmo che porta Presicce al diagonale perfetto per il clamoroso tris ospite. Il Manfredonia ha un sussulto e accorcia le distanze poco dopo con Basta che su calcio d’angolo beffa la retroguardia gallipolina. La partita s’abbassa di ritmo dopo i primi 23 minuti infuocati, ma a beneficiarne di ciò è il Donia. Coccia dimezza lo svantaggio grazie ad un tiro ad alto coefficiente di difficoltà che punisce fin troppo un Gallipoli brillante dalla cintola in su. Il 2-3 con il quale le squadre vanno al riposo non fa che galvanizzare i sipontini, in balia del gioco jonico comunque per gran parte di partita. A inizio ripresa il Gallo fallisce il 2-4: Tedesco viene atterrato da Vauro in area, ma dal dischetto l’ex Brindisi si fa parare il tiro da Addario. Il pericolo scampato dà benzina al Manfredonia: Del Prete sfiora il pari, sventato da una bella parata di Costantino, prima dell’espulsione di Vauro che lascia il Donia in 10 per somma di ammonizioni. Dopo l’uscita del calciatore sipontino, il Gallipoli coglie un clamoroso legno, tenendo ancora aperto il match: Tedesco si dispera dopo il tiro a botta sicura che colpisce il montante e non entra nello specchio della porta. Al 27’ ci si mette anche Addario a dire di no al bomber brindisino, sempre più leader sulle rive salentine dello Jonio, e, come il calcio ci ha sempre insegnato, poi arriva la doccia fredda confezionata dal Donia di mister Vadacca. Minuto 32 della ripresa. Tocco di braccio dubbio di Casalino in area e penalty decretato dal direttore di gara tra le proteste gallipoline. Del Prete realizza il gol del 3-3 nel giorno del suo rientro dal 1’ e al 36’ c’è tempo per l’ennesima recriminazione del Gallipoli, con l’onnipresente Mino Tedesco che da pochi metri fallisce l’inzuccata vincente. Per la squadra di Volturo il punto è importante in chiave salvezza, ma dopo una partita così la contentezza per il risultato positivo non può pareggiare le infinite recriminazioni per episodi che avrebbero potuto regalare una bellissima (e meritata) vittoria esterna a questa squadra che sta continuando a stupire l’intero campionato. Il Manfredonia coglie il primo pareggio casalingo e muove la propria classifica nelle zone medio-basse.

Mino Tedesco, ora a quota 9 centri
Mino Tedesco, ora a quota 9 centri

Il tabellino

Manfredonia – Gallipoli 3-3


Manfredonia: Addario, Fiore, Vairo, Gentile C. (36’st La Porta), Vergori, Coccia (11’st Cassandro), Basta, Stajano, Del Prete, Gentile A., Molenda (17’st De Vita). A disposizione: Barcellona, Forte, Totaro, Zaccaro, Valentino, Scippo. Allenatore: Vadacca

Gallipoli: Costantino, Gigante, Stranieri, Zaminga, Cornacchia, Casalino, Mariano, Legari (15’st Puglia), Negro G. Presicce (28’st Volpicelli), Tedesco. A disposizione: Passaseo, Alessandrì, Solidoro, Negro M., Rotunno, Riezzo, Sportillo. Allenatore: Volturo

Reti: 5’pt Negro G. (G), 8’pt Tedesco (G), 21’pt Presicce (G), 23’pt Basta (M), 38’pt Coccia (M), 32’st Del Prete (M)rig.

Arbitro: Eduart Pashuku di Albano Laziale

Ammoniti: Tedesco (G), Vairo (M), Cornacchia (G), Vergori (M), Negro G. (G).

Espulso Vairo (M) per doppia ammonizione al 7’st.

I risultati della dodicesima giornata:

Bisceglie – Brindisi 3-0
Cavese – Monopoli 1-0
Francavilla in Sinni – Scafatese 2-1
Gelbison VDL – Pomigliano 2-0
Manfredonia – Gallipoli 3-3
Puteolana I. – Arzanese 2-1
R. Potenza – Fidelis Andria 0-0
San Severo – AEL Grottaglie 1-0
Taranto – Sarnese 2-1

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.