Tempo di lettura: 2 minuti

filipeSQUINZANO (di Carmen Tommasi) – Ha preso per mano il centrocampo del suo Lecce, con eleganza, determinazione e a suon di geometrie importanti, e ora spera di portarlo dove merita e magari anche alla prima vittoria stagionale in trasferta. Filpe Gomes Ribeiro si tiene ben stretto il punto conquistato domenica in casa della Juve Stabia ed è già concentrato sul prossimo impegno di venerdì sera contra un’altra ostica squadra campana, la Salernitana: “Il mister a fine gara ha detto che il pareggio è stato il risultato più giusto? Anche a mio modo di vedere –esordisce il 27 enne centrocampista di Rio de Janeiro- l’1-1 di domenica scorsa allo stadio Romeo Menti contro le Vespe è stato il finale più giusto. Abbiamo avuto le nostre occasioni, così come le hanno avute anche i nostri avversari e, comunque, alla fine è un buon punto quello ottenuto in terra campana. In questa squadra sono tutti importanti e non solo gli undici che giocano con più continuità, questo è davvero un aspetto fondamentale”.

OCCHIO ALLA SALERNITANA – In cinque gare lontano dalle mura amiche del “Via del Mare”,  il Lecce non è mai riuscito a fare risultato pieno (3 pareggi e due sconfitte): “A Salerno per la prima vittoria fuori casa? Diciamo di si, ma noi non la pensiamo proprio così, perchè l’importante è la vittoria e noi stiamo lavorando per questo. Bisogna sempre fare bene e non importa se in casa o fuori casa. Ora venerdì sera ci sarà la trasferta con la Salernitana e sulla carta sarà ancora più difficile della precedente; ci aspetta un’altra battaglia”.

PLAY BASSO – Nel 4-3-3 l’ex Perugia si è trovato a suo agio e con il passare delle giornate spera che cresca sempre di più l’intesa con i compagni di squadra: “Mi sono trovato bene nel centrocampo a tre e il mister conosce bene le mie caratteristiche, questo anche se magari ho giocato di più con il 4-4-2. Giocando a tre, gioco di più la palla, anche se sono in posizione più bassa a copertura della difesa e sono meno vicino alla porta. Per un centrocampista come me è fondamentale la conoscenza con i compagni e con il passare del tempo sta migliorando l’intesa. Conoscere chi gioca con te ti aiuta quando devi dettare i tempi del gioco. Il 4-3-3 il nostro modulo ideale? Questa è una domanda da fare al mister (sorride, ndr), il modulo funziona bene in questo momento, poi se è quello migliore non lo so”.

LA CLASSIFICA – Dare il massimo in ogni partita per avvicinarsi sempre di più ai primi posti: “In questo momento siamo a quattro punti dalla vetta della classifica e vincere a Salerno vorrebbe dire accorciare questa distanza, sarebbe importante. Ma non dobbiamo guardare più di tanto la classifica, perché è ancora presto e il campionato è lungo, l’importante è stare sempre nella parte alta della graduatoria e fare bene gara dopo gara”.

Qui di seguito il video con le dichiarazioni del mediano brasiliano nella conferenza di oggi tenuta  al “Comunale di Squinzano”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.