Tempo di lettura: 1 minuto

caffe1Il caffè, si sa, è il compagno fedele di vita di molte persone. Esistono, infatti, almeno sei diverse varianti genetiche che sono legate a diversi effetti della caffeina sull’organismo. Lo ha scoperto uno studio realizzato da ricercatori della Harvard Medical School che è stato pubblicato sulla rivista.

“Il consumo di caffè e caffeina -spiega Marilyn Cornelis, principale autrice della ricerca – sono collegati a effetti sulla salute che possono essere sia benefici che meno salutari. Il fatto è che molte persone dimostrano una diversa suscettibilità a questo alimento e così non è facile capire come mai quella che epr alcuni è un consumo ottimale di caffè, per altri è invece un consumo eccessivo, se non addirittura insufficiente“.

Proprio per chiarire questi aspetti, i ricercatori hanno verificato il genoma di 120.000 consumatori di caffè di ascendenza europea e afro-americana. Le varianti genetiche sono associate a diversi geni: due sono associate a geni che regolano il metabolismo della caffeina (POR e ABG2). Altre due varianti sono state individuate in geni che invece regolano gli effetti gratificanti della caffeina (BDNF e SLC6A4) e altre due vicino a geni che regolano il metabolismo del glucosio.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.