Tempo di lettura: 2 minuti

i tesoroLECCE (di Pierpaolo Sergio) – E venne il giorno del Faccia a faccia tra i Tesoro (padre e figlio) ed il Lecce (squadra e mister). Occhiali da sole per non incrociare lo sguardo di nessuno, seduti dapprima in panchina a confrontarsi e discutere lontano da occhi e da orecchie “indiscrete”, poi uno strategico giro di campo a piedi prima di assistere in prima persona all’allenamento della truppa. Ecco il pomeriggio di Savino ed Antonio Tesoro allo stadio “Via del Mare“, oggi, alla ripresa della preparazione in vista della sfida casalinga contro la Casertana dopo che la compagine salentina era reduce dal deludente ko di sabato contro il Messina.

Una sconfitta in riva allo Stretto che ha riaperto polemiche e riproposto interrogativi che parevano in qualche maniera risolti.

I due massimi dirigenti della società giallorossa non potevano, non dovevano e non volevano mancare alla prima seduta d’allenamento settimanale della truppa. Impossibile sapere cosa abbiano detto alla squadra nel chiuso dello spogliatoio, ma le facce buie e tutt’altro che disposte al sorriso lasciavano ben capire quale sia potuto essere il tenore del faccia a faccia tra squadra, tecnico e dirigenza dopo il secondo stop in campionato che ha sollevato un polverone di polemiche tra i tifosi del Lecce preoccupati per un avvio di stagione che vede Miccoli e compagni stentare a prendere la giusta confidenza con un torneo già nient’affatto semplice da affrontare, figurarsi da vincere, come affermato senza remore in estate e in questo primo mese di campionato, se non ci sarà un repentina cambio di marcia e di atteggiamento.

Savino e Antonio TesoroIl presidente ed il responsabile dell’area tecnica dell’U.S. Lecce, di certo, non vogliono assistere ad ulteriori figuracce rimediate sui campi di formazioni tutt’altro che irresistibili del Girone C. Nelle loro teste si saranno probabilmente affollati mille dubbi e altrettanti interrogativi sulle reali potenzialità di un organico che, sulla carta, è stato assemblato per dare l’assalto alla promozione finale in Serie B.

Registrata l’ennesima fiducia nei confronti dell’allenatore, resta ora da capire se siano state individuate e, soprattutto, di chi siano le responsabilità di un avvio a singhiozzo e della penuria di reti segnate. Seduti su quella panchina, i due membri maschi della famiglia Tesoro avranno magari provato in prima persona quanto possa essere scottante e scomoda, a volte, quella postazione. Si saranno forse immedesimati in colui che ha ricevuto il compito di guidare ancora il Lecce e avranno forse osservato la propria creatura con gli occhi di teme di vedersela rovinare rima ancora di averla vista crescere e spiccare il volo…

Ecco le immagini del giro di campo effettuato dal presidente Savino Tesoro e dal diesse, Antonio Tesoro:

Commenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.