Tempo di lettura: 3 minuti

Nicholas CaglioniLECCE (di Italo Aromolo) – C’è il portiere del Lecce, Nicholas Caglioni in cima alla classifica dei migliori numeri uno d’Italia. No, non è Fantacalcio, ma la realtà scaturita dalle ultime 5 gare di campionato in cui il portierone giallorosso ha mantenuto inviolata la sua porta. Dopo aver saltato per squalifica la prima gara di campionato contro la Lupa Roma, l’estremo difensore salentino, originario di Seriate, si è re-impossessato di quei pali che difende ormai da quasi un anno per risollevare la retroguardia giallorossa dall’imbarazzante prova capitolina che l’ha vista incassare due gol – ma potevano essere molti di più – solo in parte giustificati dalle numerose assenze. Missione compiuta: nell’ordine Barletta, Matera, Reggina, Savoia e Paganese si sono dovute arrendere al rigenerato reparto difensivo allestito da mister Franco Lerda ma soprattutto ad alcuni prodigiosi interventi dell’estremo difensore bergamasco.

Pur rimanendo sostanzialmente inoperoso nelle sfide contro Matera, Reggina e Savoia, Caglioni è risultato decisivo nelle sfide contro Barletta e Paganese, portando in dote almeno 4 punti alla formazione salentina: contro i biancorossi pugliesi ha respinto d’istinto un colpo di testa di Dell’Agnello all’84°, mentre contro gli azzurrostellati ha sventato al 92° il gol del pareggio campano con un volo su una punizione dal limite calciata da Caccavallo.

Qui di seguito, la tabella dei quattordici portieri che militano nei tre campionati professionistici di Serie A, Serie B e Lega Pro Unica:

imbattibilità portieri in Italia

La media voto di Caglioni, pari a 6,4 con nessuna insufficienza in pagella, è la giusta ricompensa per i 478 minuti di fila d’imbattibilità che pongono il portiere giallorosso al primo posto nella classifica nazionale d’imbattibilità (specifichiamo che i minuti di imbattibilità di Caglioni sono 478 e non 497 come riportato in altri articoli su leccezionale.it: 497 sono i minuti di imbattibilità in assoluto della porta giallorossa, comprensivi dei 19 minuti finali della sfida con la Lupa Roma in cui tra a difendere i pali c’era Davide Petrachi).

Gigi BuffonNei tre campionati professionistici italiani, infatti, nessuno dei 102 portieri titolari ha fatto meglio di Nicholas Caglioni: un totem assoluto come Gigi Buffon si è fermato a 474, serrando anche lui per cinque partite di fila la porta della sua Juventus ma restando appena 240 secondi al di sotto della cifra-record del portiere del Lecce (la minima differenza di 4 minuti è scaturita dai differenti injury time). Insieme al capitano juventino ed al portiere del Piacenza Matteo Iali (3 partite giocate e 0 gol subiti), Caglioni è uno dei tre portieri italiani a non aver ancora subito gol in campionato, per una percentuale di imbattibilità pari al 100%. Al quarto posto della questa speciale classifica, che comprende i primi quindici portieri d’Italia che abbiano disputato più di una gara, troviamo il romanista Morgan De Sanctis, altro paratutto del calcio italiano che nei primi 450’ si è visto infilare soltanto una volta, da Paolo De Ceglie in occasione di Parma-Roma 1-2 (percentuale di imbattibilità di 80%). Chiudono la graduatoria alcuni giovani interessanti tra cui il portiere del Barletta Luca Liverani, non a caso man of the match dell’ultimo derby pugliese, il portierino del Perugia Ivan Provedel, al debutto in Serie B, e l’estremo del Modena Carlo Pinsoglio, erede designato di Gigi Buffon.

Per questioni di minuti di recupero in più o in meno, dunque, Caglioni vince il titolo di portiere d’Italia del momento: un premio simbolico che va ad un ragazzo che ha obiettivamente avuto una carriera meno florida di quanto avrebbe meritato e sta tutt’ora dimostrando di meritare con la maglia del Lecce. Una bella soddisfazione anche per l’Unione Sportiva Lecce (dietro all’acquisto di un calciatore c’è sempre un dirigente…) e per i tutti i tifosi giallorossi, che, sia pure in una classifica temporanea e marginale, ritornano a vedere accostato il nome della propria squadra del cuore davanti a vecchie, gloriose e rimpiante avversarie come Juventus e Roma.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.