Tempo di lettura: 5 minuti

esultanza Lecce-Barletta 1-0 6-9-2014LECCE (di Pierpaolo Sergio) – Bentornata vittoria. Le pagelle di Lecce-Barletta, gara vinta dai giallorossi di mister Franco Lerda per 1-0, grazie alla prima rete con la maglia del club salentino realizzata da Gigi Della Rocca riportano il sereno in seno alla truppa leccese e cancellano l’onta dell’inatteso ko di domenica scorsa contro la Lupa Roma. La formazione di casa, all’esordio stagionale in campionato davanti al pubblico amico del “Via del Mare“, ha faticato soprattutto nel primo tempo per avere ragione di un Barletta che ha ben impressionato nei primi 45 minuti e che poi si eclissato dalla gara un po’ per colpa propria, un po’ per merito del Lecce bravo a sfruttare la maggior forza e il miglior tasso tecnico. Buone le prove di Martinez, Caglioni, Lopez, Salvi, Moscardelli e dello stesso autore del gol, Della Rocca.

1. CAGLIONI: Il portierone giallorosso tornava oggi a difendere i pali della porta del Lecce e lo ha fatto egregiamente compiendo almeno un paio di interventi salva-risultato. Reattivo e concentrato si è superato negando la gioia del gol agli avversari sia da fuori area che da distanza ravvicinata. VOTO: 7

2. DONIDA: Prestazione pulita e attenta per il giovane difensore ex Cuneo che paga, paradossalmente, proprio la giovane età e quindi l’inesperienza nell’occasione della seconda ammonizione rifilatagli dall’insufficiente arbitro Cifelli che scambia un fallo platealmente subito per una scorrettezza commessa. Esce dal campo senza colpe ma resta la buona impressione data fino a quando è rimasto in gioco, disimpegnandosi benino sia in fase difensiva che di proposizione in avanti a sostegno delle azioni d’attacco. VOTO: 6

3. LOPEZ: Torna da protagonista sulla fascia sinistra e lo fa sfoderando una prestazione tutta cuore e polmoni, in particolare nel primo tempo in cui cerca di dare spinta e verve alla manovra offensiva della squadra leccese. Prezioso il supporto in difesa durante il forcing finale dei barlettani che cercavano il pareggio con la superiorità numerica. VOTO: 6.5

4. PAPINI: Meno brillante che in altre apparizioni, il centrocampista romano dà comunque il suo apporto alla causa giallorossa sradicando palloni in mezzo al campo, sfiorando il possibile 2-0 di testa ed aiutando la difesa a chiudere i varchi quando il Lecce era ridotto in 10 uomini. VOTO: 6

5. MARTINEZ: Il miglior in campo tra i salentini. “El Tuma” rientra alla grande in una gara ufficiale e lo fa risultando praticamente perfetto in tutte le occasioni in cui va a mettere la museruola agli attaccanti biancorossi. Raddoppia, anticipa, chiude gli spazi e fa rifiatare i compagni, specialmente dopo l’espulsione di Donida. VOTO: 7.5

6. ABRUZZESE: La fascia da capitano e l’aria di derby, per lui che è nato ad Andria, gli fanno sfoderare una prestazione maiuscola fatta di anticipi e chiusure tempestive, in cui arriva pure a sfiorare la rete di testa, chance però fallita perché pensa troppo negli istanti immediatamente precedenti l’inzuccata del pallone su come colpire un assist al bacio servitogli da un compagno. VOTO: 6.5

7. CARROZZA: Dalla tribuna in cui è relegato lo squalificato mister Lerda si levano continui richiami per il tornante gallipolino che si disimpegna bene in fase d’attacco ma fatica a rendere al meglio quando si tratta di contrastare la manovra avversaria. Ha sui piedi una ghiottissima palla per sbloccare il match ma l’estremo ospite Liverani gli toglie il pallone indirizzato al sette della porta sotto la Curva Nord che sarebbe venuta giù dopo un gol così. VOTO: 6

(dal 16° s.t.) 16. MANNINI: L’ex Pisa entra bene in gara e si rende pericoloso in area barlettana sfiorando il gol in una clamorosa occasione non sfruttata a dovere. Buono l’apporto dato quando il Barletta cercava il pari. Si dimostra una freccia in più all’arco di mister Lerda in chiave tattica per il futuro. VOTO: 6

8. SALVI: Corre, lotta, copre e riparte che è una meraviglia. Forse è il più in forma del lecce in questo momento ed il centrocampo è suo assoluto ed esclusivo territorio. Si becca un cartellino giallo che ha dell’incredibile sul finire della gara solo a causa dell’assoluta cecità di arbitro e guardalinee che non sanzionano col rosso il capitano barlettano Radi che lo scalcia da terra prima, poi gli mette ripetutamente le mani addosso ed infine anche in faccia. Lui non abbocca alla provocazione, cerca di evitare il contatto con l’avversario e, come “premio” rimedia un’ammonizione assurda. VOTO: 7

9. DELLA ROCCA: Il gol-vittoria porta la firma dell’attaccante brindisino e segnare la prima rete in maglia giallorossa in un derby, per giunta con quel gol che vale la vittoria, è una gioia grande che ripaga il lavoro che compie a supporto della squadra non solo in attacco e delle occasioni magari fallite come gli accade sul finire della prima frazione di gioco. Anche attraverso le sue marcature il Lecce punta alla promozione. VOTO: 6

10. MOSCARDELLI: Il bomber ci prova pure oggi a far centro, ma la mira non è delle migliori. Prova l’eurogol con una conclusione da centrocampo che finisce malamente sul fondo ma dimostra di non aver alcun timore e sapersi prendere le proprie responsabilità. Le sue aperture di gioco “di prima” sono sempre un bel vedere pure e soprattutto in Lega Pro. VOTO: 6

(dal 28° s.t.) 15. BOGLIACINO: Altro gradito ritorno in prima squadra per il fantasista uruguaiano che entra in campo per amministrare meglio il pallone e dare al Lecce quel pizzico di inventiva che mancava in fase di possesso e giro palla. Utilissimo nel tenere gli avversari lontani dalla porta di Caglioni nei minuti finali della gara, compresi i 5′ di recupero. VOTO: 6

11. DOUMBIA: Stasera è tornato a far vedere quanto potrebbe risultare devastante per chi lo contrasta se punta l’uomo e inventa dribbling e serpentine a tutta velocità. Deve però migliorare mira nelle conclusioni a rete e precisione nei cross. VOTO: 6

(dal 36° s.t.) SACILOTTO: Entra in campo per permettere alla difesa giallorossa di non patire troppo l’espulsione di Donida. VOTO: S.V.

All. GIACOMO CHINI: Buona la… seconda. Il Lecce torna al successo davanti al pubblico amico anche in campionato e incamera i primi 3 punti in campionato con una prova di carattere e orgoglio che mette a tacere le polemiche della settimana. La formazione salentina offre un secondo tempo in crescendo e non solo a causa del mutato atteggiamento del Barletta. Il che lascia ben sperare per il prosieguo della stagione. VOTO: 6.5

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.